Cronaca Zisa / Piazza Ingastone

Zisa, violano norme contro il virus e si riuniscono per i riti del Venerdì Santo: multati

A pochi passi dalla chiesa Maria Santissima di Lourdes erano state collocate due statue di santi e una croce, oltre a un impianto audio di grossa potenza. Attorno c'era un capannello di persone. I carabinieri hanno interrotto la cerimonia e identificato gli organizzatori

La devozione costerà cara a cinque persone, tutte appartenenti a una confraternita della chiesa Maria Santissima di Lourdes di piazza Ingastone, che ieri hanno organizzato una riunione per il Venerdì Santo nonostante i divieti per l'epidemia di Coronavirus. I carbinieri li hanno identificati e multati.

I militari della compagnia Palermo San Lorenzo, con il personale della compagnia speciale e del XII Reggimento Sicilia, hanno visto un "significativo assembramento di persone sul marciapiede antistante la chiesa", dove erano state collocate due statue di santi, una croce e un impianto audio di grossa potenza. La cerimonia è stata immediatamente interrotta e gli accertamenti hanno consentito di risalire agli organizzatori. Tutti di età compresa tra i 20 e i 42 anni. Due di loro erano già noti alle forze dell’ordine.

Nel corso di altri interventi sono state elevate diverse sanzioni per violazioni amministrative, segnalati alla prefettura due giovani assuntori di sostanze stupefacenti e denunciato penalmente un 21enne che circolava senza patente su un motociclo, portando con sè, al fine di eludere i controlli, uno zaino di quelli usati dai rider. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Zisa, violano norme contro il virus e si riuniscono per i riti del Venerdì Santo: multati

PalermoToday è in caricamento