menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Uno dei mezzi fermi in piazza Indipendenza

Uno dei mezzi fermi in piazza Indipendenza

"Settore in ginocchio e senza aiuti": nuova protesta dell'associazione bus turistici

Gli operatori denunciano "disattenzione verso un comparto completamente collassato per la pandemia". Tra i punti caldi della contestazione, il mancato inserimento di un contributo per la categoria Ncc bus e autovetture nella Finanziaria 2021/2023

Con i loro mezzi sono tornati in piazza per chiedere aiuti concreti in favore del settore, in ginocchio per la crisi post Covid. Circa 300 conducenti di bus turistici (con 30 pullman) provenienti da tutta l'Isola si sono ritrovati in piazza Indipendenza. Gli operatori di noleggio pullman dell’associazione Bus Turistici Sicilia 2020 denunciano "la mancata attenzione del governo regionale e di quello nazionale verso un comparto completamente collassato per la pandemia" e l'assenza di aiuti economici.

Tra i punti caldi della contestazione, il mancato inserimento di un contributo per la categoria Ncc bus e autovetture nella Finanziaria 2021/2023. "Da tempo – dice Maurizio Reginella, presidente Abt Sicilia – ci sono stati promessi interventi tempestivi, quali la proroga della cassa integrazione, contributi a fondo perduto, per non parlare del credito d’imposta al 110% per gli utenti utilizzatori di Ncc e taxi, e la sospensione di leasing e mutui. A breve ripartiranno i pagamenti dei mutui e noi avremo seri problemi economici".

Reginella affronta poi il tema dell’affiancamento al trasporto pubblico locale: "solo una trentina di bus in realtà sono stati impegnati. Troppo pochi rispetto alle aziende di bus turistici presenti nell’Isola. Chi sta lavorando inoltre avrà un pagamento a 120 giorni con una cifra irrisoria che non supera i 200 euro lordi giornalieri". Secondo Reginella inotre "i tempi dei pagamenti dei servizi di affiancamento potrebbero allungarsi visto che la Regione erogherà il denaro in prima battuta ai concessionari di linea che poi li gireranno ai bus turistici".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento