Una tonnellata di pesce "non tracciabile" in un furgone: sequestro e maxi multa

La polizia è intervenuta in piazza Castelforte. I prodotti ittici sono stati analizzati dall'Asp e la parte ritenuta idonea al consumo è stata devoluta ai bisognosi. Il conducente del mezzo dovrà pagare una sanzione da diecimila euro

Parte del pesce sequestrato

Una tonnellata di prodotti ittici non tracciabili era stata accatastata all'interno di un furgone. Il mezzo è stato bloccato dalla polizia in piazza Castelforte e i controlli si sono conclusi con il sequestro del pesce, una multa da diecimila euro e una denuncia.

Quando gli agenti hanno fermato il veicolo, a bordo c'erano il conducente e un passeggero. Non sono stati in grado di fornire le autorizzazioni per il trasporto e i documenti sulla tracciabilità dei prodotti. I due hanno poi fornito "spiegazioni contraddittorie e poco plausibili in ordine alla provenienza e alla destinazione del pesce".

Per approfondire gli accertamenti sono intervenuti anche gli uomini della capitaneria di porto, della guardia di finanza e dell'Asp. La parte di pesce ritenuta idonea al consumo è stata devoluta ai bisognosi, quella restante è stata distrutta.

Il conducente dovrà pagare diecimila euro di multa per "sovraccarico del mezzo di trasporto; mancata autorizzazione sanitaria; mancato rispetto delle temperature prescritte per il trasporto del prodotto ittico; assenza dei dispositivi per il controllo delle temperature previsti dalla legge; mancanza della documentazione sulla tracciabilità del pesce e assenza del relativo documento di trasporto".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Nel corso degli accertamenti presso gli uffici del commissariato di Mondello - spiegano dalla Questura - è giunto un parente di uno dei due trasportatori con un documento poi risultato falso. L'uomo è stato pertanto deferito per i reati di sostituzione di persona e truffa".
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ordinanza di Orlando, divieti non solo in centro: "Ecco le strade dove non ci si potrà fermare"

  • Regione, nuova stretta anti Covid: locali chiusi alle 23, dad nei licei e trasporti dimezzati

  • Le mosse anti Covid di Orlando: nessun coprifuoco ma divieto di sostare in strada

  • Maestra positiva al Covid e classe d'asilo in quarantena, i genitori: "Comunicazione arrivata tardi"

  • Incidente a Boccadifalco, schianto tra 2 auto: tre feriti, uno è grave

  • Ditta privata danneggia conduttura, mezza città senz'acqua

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PalermoToday è in caricamento