menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Dall'esperienza di Palermo nasce la mappa delle sartorie sociali, magistrati in campo

A realizzarla online la Fondazione progetto legalità onlus. Il presidente: "Vogliamo contribuire a raccontare un modello di intervento innovativo dove trovano una seconda occasione le persone e i tessuti"

Una piattaforma per mappare e diffondere il lavoro delle sartorie sociali che promuovono inclusione ed economia circolare. Il sito della Fondazione progetto legalità onlus è on line da ieri. "Abbiamo imparato molto dal progetto portato avanti con la Sartoria di Palermo - dice Leonardo Agueci, presidente della Fondazione - e vogliamo contribuire a raccontare un modello di intervento innovativo dove trovano una seconda occasione le persone e i tessuti, qui come in altre realtà in tutta Italia. Li abbiamo messi su una mappa on line e a Palermo, per esempio, c'è anche Lab Zen 2 con borse e patchwork". 

Il presidente Agueci insieme a Giovanna Nozzetti, presidente Anm Palermo, e ad altri colleghi magistrati ieri mattina hanno scelto alcuni dei regali di Natale nella sede della sartoria, bene confiscato alla mafia in via Afredo Casella 22, per dare "un ulteriore sostegno concreto alla cooperativa, e dando il loro per l'acquisto di una stampante per tessuti". 

"Abbiamo bisogno di altri 3 mila euro per dotare la sartoria di un'attrezzatura speciale, che - spiega Rosalba Romano, ispiratrice della sartoria - permetterà di produrre per i nostri utenti e formare i nostri utenti e fornire occasione di formazione all'uso ai ragazzi dell'Accademia di Belle arti di Palermo, altro partner con il consorzio Arca, del progetto finanziato da Fondazione con il Sud, sulla progettazione grafica e sulle mansioni di stampa, permettendo loro di sviluppare nuove competenze autoimprenditoriali per inserirsi nella società." 

Per scoprire la sartoria più vicina basta andare su www.progettolegalita.it. Solo in Sicilia, grazie a una ricerca condotta con Claudia Coco e Morena Trovato e la cattedra di geografia visuale dell'università di Catania, con il prof Giovanni Petino, ce ne sono sette, quasi la metà di quelle censite. La piattaforma è aperta, gratuitamente, a tutte le sartorie sociali, non ancora su mappa, che volessero approfittarne (scrivere a: info@progettolegalita.it).

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento