In casa hanno 11 piante di marijuana, un 37enne arrestato e un 15enne denunciato

Intervento dei carabinieri di Misilmeri. La piantagione era dotata di impianto di irrigazione alimentato, come accertato anche da un successivo intervento di tecnici, con un allaccio abusivo alla rete Enel

Continuano serrati i controlli antidroga dei carabinieri della Compagnia di Misilmeri. I militari, dopo la piantagione di marijuana scoperta e distrutta nei giorni scorsi, hanno arrestato con l’accusa di coltivazione e produzione di sostanze stupefacenti e furto aggravato, A.B, 37enne palermitano, già noto alle forze dell’ordine. Nei guai anche un 15enne, denunciato in stato di libertà per gli stessi reati.

Nel corso di un controllo, in una casa a piano Stoppa sono state trovate 11 piante di marijuana alte più di due metri. La piantagione era dotata di impianto di irrigazione alimentato, come accertato anche da un successivo intervento di tecnici, con un allaccio abusivo alla rete Enel.

Le sostanze sono state trasmesse al  laboratorio analisi sostanze stupefacenti del comando provinciale. L’arrestato, su disposizione dell’autorità giudiziaria, è ai domiciliari.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuova ordinanza: Sicilia diventa zona gialla

  • Sicilia in zona gialla: cosa si può fare e cosa no dal 29 novembre

  • Coronavirus, divieto di spostamenti tra regioni valido anche per quelle in area gialla

  • L'esito dell'autopsia sul corpo della piccola Marta: "E' stata stroncata da un malore"

  • Covid, Musumeci firma nuova ordinanza: bar e ristoranti aperti dalle 5 alle 18, ok ai negozi nei festivi

  • Annientata la Cupola di Cosa nostra: arrivano 46 condanne, inflitti oltre 4 secoli di carcere

Torna su
PalermoToday è in caricamento