Temperatura di -10 gradi, a Piano Battaglia prova di soccorso con evacuazione della seggiovia

Le verifiche sono state eseguite da 14 tecnici del Soccorso alpino e speleologico. L'intervento prevedeva la simulazione di un blocco improvviso degli impianti che stavano trasportando gli sciatori

Le prove di soccorso nella seggiovia

Si è svolta con successo, nonostante le difficili condizioni meteo con circa 80 centimetri di neve e una temperatura percepita di -10 gradi, la prova di soccorso in linea con evacuazione della seggiovia della Mufara a Piano Battaglia. Le verifiche sono state eseguite nel primo pomeriggio di oggi dai tecnici del Soccorso alpino e speleologico siciliano, alla presenza del rappresentante dell'Ustif (Ufficio speciale trasporti a impianti fissi) del ministero delle Infrastrutture, ingegnere Vincenzo Carabillò, del direttore di esercizio, ingegnere Domenico Anello, e del personale della Piano Battaglia srl, società che gestisce gli impianti. 

L'intervento, che ha visto al lavoro 14 tecnici specializzati in manovre alpinistiche e speleologiche, prevedeva la simulazione di un blocco improvviso degli impianti mentre trasportavano gli sciatori. 

Gli uomini del Sass, divisi in quattro squadre formate ognuna da tre uomini oltre ad un coordinatore e un addetto alle comunicazioni, si sono arrampicati sui piloni ghiacciati, hanno raggiunto dall'alto le singole seggiole simulando il soccorso agli occupanti calati uno per uno a terra con le corde. 

"La reperibilità delle squadre durante l'apertura al pubblico degli impianti - si legge in una nota - viene garantita grazie alla convenzione stipulata tra la società “Piano Battaglia srl” e il servizio regionale del Cnsas (Corpo nazionale soccorso alpino e speleologico). I tecnici della stazione di Palermo del Soccorso alpino e speleologico siciliano sono pronti ad intervenire in caso di avaria per evacuare i passeggeri bloccati. Nei giorni di maggiore afflusso, inoltre, è prevista la presenza in loco di 6 tecnici. Il Soccorso alpino e speleologico siciliano garantisce lo stesso servizio per la funivia Trapani-Erice fin dall'inaugurazione, avvenuta nel 2005, grazie ad una convenzione con il gestore degli impianti, la società “Funierice Service srl”, che prevede, in caso di blocco dell’impianto, l’intervento di 20 specialisti della stazione di Palermo per evacuare i passeggeri dalle 47 cabine a otto posti che viaggiano fino a 12 metri d'altezza". 
 

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (1)

  • Temperatura PERCEPITA di -10 gradi... Fantascienza.

Notizie di oggi

  • Mafia

    "La mafia è stata decapitata, Palermo non permetterebbe mai a Messina Denaro di fare il capo"

  • Politica

    Musumeci: "Per risollevare la Sicilia serve il bisturi, che sia una Pasqua di resurrezione"

  • Cronaca

    Pasqua di sangue in Sri Lanka, Orlando: "Vicino ai nostri concittadini cingalesi e tamil"

  • Cultura

    La Casa delle Farfalle resta aperta per le feste: a Pasqua e Pasquetta orario continuato

I più letti della settimana

  • "Mi stanno ammazzando": i boia spaccavano le ossa nella stanza degli orrori di via Imera

  • La banda dei falsi incidenti: mutilavano gambe e braccia per truffare le assicurazioni, 42 arresti

  • Mutilavano gambe e braccia per truffare le assicurazioni, i nomi degli arrestati

  • Omicidio in zona via Notarbartolo, strangola la compagna dopo una lite e si costituisce

  • Uccisa dal compagno perché si è rifiutata di fare sesso: "L'ho strozzata con tutta la forza"

  • Incidente in via Lanza di Scalea, auto contromano si schianta contro moto: due feriti

Torna su
PalermoToday è in caricamento