rotate-mobile
Cronaca Mezzomonreale-Villa Tasca / Via Paruta

"L'Amat taglia 33 linee e penalizza alcune zone": l'allarme della IV circoscrizione

I consiglieri chiedono all'amministrazione comunale e all'Amat di "sospendere immediatamente l'entrata in vigore del nuovo piano e convocare subito tutte le parti interessate"

Sospendere l'entrata in vigore del nuovo piano organizzativo delle linee bus, che prevede la soppressione di decine di linee, e convocare un tavolo di lavoro con le parti sociali, con il Consiglio comunale e le circoscrizioni, per trovare soluzioni "meno penalizzanti" per i cittadini. Questo il contenuto dell'appello/ordine del giorno, votato all'unanimità dal consiglio della IV circoscrizione. Il documento è stato sottoscritto dal presidente Silvio Moncada, dal vicepresidente Ruggiero e dai consiglieri Tuzzolino, Fazio, Schiera, Abbonato, Buccola, Di Vincenti, Ciprì, Potenza, Lepre e Fanciuso.

“Non possiamo consentire che un piano di razionalizzazione dei percorsi bus, isoli intere comunità amministrate - dicono  - sopprimendo alcune linee e modificandone altre. In particolare vengono soppresse 33 linee fra le quali la 906 che collega Borgo Molara a via Santicelli e a via Paruta, la 923 che collega Boccadifalco a Baida e San Martino, la 364 che collega Molara a Pagliarelli. Le modifiche dei percorsi riguardano ad esempio la 380 che taglia fuori la via Sambucia".

"I cittadini stanno raccogliendo le firme e organizzando proteste civili per impedire che tale riorganizzazione entri in vigore. Siamo al loro fianco – proseguono - togliere il bus in periferia significa impedire il normale svolgimento delle azioni quotidiane come raggiungere le scuole, la banca o l'ufficio postale o semplicemente andare a fare la spesa. Chiediamo al Consiglio comunale, all'amministrazione comunale e all'Amat di sospendere immediatamente l'entrata in vigore del nuovo piano e convocare subito tutte le parti interessate, circoscrizioni e cittadini compresi, per trovare soluzioni alternative che non penalizzino intere comunità”.

Già nel mese di giugno una delegazione di cittadini residenti nella quarta circoscrizione era scesa in strada lamentando "l'isolamento delle periferie". A scatenare la protesta era stata la decisione di sopprimere le linee 906 Calatafimi/Molara e 923 Boccadifalco/Baida.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"L'Amat taglia 33 linee e penalizza alcune zone": l'allarme della IV circoscrizione

PalermoToday è in caricamento