menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
I carabinieri con il coltello ancora insanguinato

I carabinieri con il coltello ancora insanguinato

Piana degli Albanesi, gambiano accoltella connazionale al culmine di una lite

I carabinieri hanno arrestato Mouhamed Jallow, 28 anni. Avrebbe ferito con un coltello da cucina al torace, alle spalle e al braccio un diciannovenne che ora si trova in prognosi riservata al Civico. Da chiarire il movente

Tentato omicidio a Piana degli Albanesi. Un cittadino del Gambia, Mouhamed Jallow di 28 anni, è stato arrestato in flagranza di reato dai carabinieri di Monreale, supportati dai colleghi di Altofonte. Secondo una prima ricostruzione dei fatti, l'uomo - un disoccupato incensurato - ha aggredito al culmine di una lite un connazionale - Lamin Dibba di 19 anni - ferendolo con un coltello da cucina al torace, alle spalle e al braccio destro. La vittima, immediatamente soccorsa, è stata trasportata all'ospedale Civico di Palermo, dove si trova tuttora ricoverata in prognosi riservata, ma non in pericolo di vita.

Il movente non è ancora del tutto chiaro. "Pare - spiegano gli investigatori - che la vittima dovesse alcune centinaia di euro all’aggressore, e che per questo motivo sarebbe scaturita una lite, degenerata poi nel tentato omicidio. In particolare la vittima, non potendo più pagare la sua parte di affitto, stava preparando i propri bagagli per andare via e il suo coinquilino lo avrebbe minacciato con un coltello".

Poi il primo fendente al corpo. La vittima ha provato ad afferrare l'arma, ma si è ferito al braccio e alla mano. Infine, mentre tentava la fuga è stato raggiunto alla schiena da un ultimo colpo. Fortunatamente è riuscito a scappare e si è accasciato a terra nei pressi della villa comunale, dove è stato immediatamente soccorso dai militari che pattugliavano la zona. In pochi minuti, diramando le ricerche dell’aggressore tramite la centrale operativa, i carabinieri hanno rintracciato Jallow lungo la strada provinciale 5 mentre si dirigeva a piedi verso Santa Cristina Gela.

Nella sua abitazione è stato rinvenuto il coltello ancora ricoperto di sangue. L'extracomunitario è stato condotto al carcere Cavallacci di Termini Imerese, in attesa della convalida dell'arresto da parte del gip.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento