Cronaca

Piana degli Albanesi isolata a causa dei lavori sulla Palermo-Sciacca

La denuncia parte dal consigliere comunale Petta: "Ormai per poter raggiungere la città ci vuole più di un'ora quando prima bastavano 25 minuti. Immaginiamo cosa vuol dire per gli autobus, per le ambulanze e per i mezzi pesanti delle attività produttive"

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

Piana degli Albanesi è praticamente quasi del tutto isolata. La strada che da Piana conduce a Palermo dal lato di Altofonte è franata circa un anno fa, quindi è stata chiusa. Da allora è interdetta al traffico e nessun provvedimento è stato preso. Ora, dallo scorso 24 febbraio, è stato chiuso anche lo svincolo di Piana degli Albanesi della Palermo - Sciacca. Ormai per poter raggiungere la città ci vuole più di un'ora quando prima bastavano 25 minuti. Immaginiamo cosa vuol dire per gli autobus, per le ambulanze e per i mezzi pesanti delle attività produttive.

 “Questa situazione è ormai divenuta insostenibile - ha dichiarato il consigliere comunale Alberto Petta -. Da una parte la strada Intercomunale 18 (circonvallazione di Altofonte) franata da più di un anno, trascorso infruttuosamente in cui i sindaci delle due cittadine coinvolte sembrano inebetiti e non sono riusciti a smuovere nulla se non chiacchiere ed a dire in una conferenza tenutasi a Piana degli Albanesi che avrebbero fatto lo sciopero della fame pur di risolvere il problema, ma io li vedo piuttosto grassi! Dall’altro lato il blocco dello svincolo di Piana degli Albanesi della SS 624 “Palermo-Sciacca” che resterà chiusa come indicato dall’ordinanza per due mesi, ma si sa che questi lavori andranno per le lunghe”.

In pratica, ai residenti, rimane la strada di Santa Cristina Gela, ex strada ferrata molto pericolosa dove si sono registrati anche diversi incidenti stradali, che però non viene percorsa dai mezzi pesanti e la vecchia strada di San Giuseppe, praticamente un colabrodo: entrambe le vie sono insicure e non adatte ad un traffico abbondante.

“Non si comprende questo disegno punitivo che arreca quotidiani disagi ai cittadini di Piana - conclude Petta - che devono raggiungere la città e nei confronti soprattutto delle imprese di Piana che sono la spina dorsale di questo paese e che con fatica tengono in piedi l’economia di questa cittadina, garantendo sostentamento e posti di lavoro, ma soprattutto in considerazione di eventi importanti per Piana come la Pasqua Arberesh che con la condizione viaria in questo stato sarebbe inutile celebrare. I cittadini di Piana non sono cittadini di serie “B” pagano le tasse ed hanno diritto a disporre della viabilità consona a un paese civile come l’Italia. Non paghino lo scotto di avere un’amministrazione di serie “C”, disattenta e assente”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Piana degli Albanesi isolata a causa dei lavori sulla Palermo-Sciacca

PalermoToday è in caricamento