rotate-mobile
Cronaca Petralia Sottana

Petralia Sottana "difende" l'istituto 21 marzo e si appella al Miur: "Non toglieteci la scuola"

Con un decreto del 10 marzo è stata dichiarata ufficialmente la soppressione "a causa di un’ipotesi di ridimensionamento della rete scolastica". Gli amministratori locali però fanno squadra e chiedono di rivedere a decisione

"L'istituto 21 marzo, a Petralia Sottana, non può essere soppresso". Lo dicono a gran voce il sindaco Leonardo Neglia e il sindaco della Città metropolitana, Leoluca Orlando. 

Con un decreto del 10 marzo è stata dichiarata ufficialmente la soppressione della scuola "a causa di un’ipotesi di ridimensionamento della rete scolastica delle Madonie che faceva però riferimento ad una soglia minima degli studenti per istituto di 400 alunni". Gli amministratori locali però fanno squadra e chiedono di rivedere a decisione. 

Per Neglia "il ripristino dell'autonomia dell'istituto comprensivo nelle nostre comunità montane si inserisce in un contesto in particolare difficoltà nel quale il mantenimento dei presidi dello Stato e della cultura, come quello di una dirigenza scolastica, sono di vitale importanza per la rinascita delle aree interne”. Al suo fianco Orlando, che parla di "indebita penalizzazione della realtà scolastica di Petralia Sottana".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Petralia Sottana "difende" l'istituto 21 marzo e si appella al Miur: "Non toglieteci la scuola"

PalermoToday è in caricamento