Petralia Soprana, dopo decenni d'attesa nell'area commerciale arriva la luce

Grazie al project financing l'intervento per il Comune sarà a costo zero. Il progetto prevede anche la trasformazione a Led degli impianti di illuminazione pubblica del centro storico e di alcune frazioni.

Dopo un'attesa lunga decenni, l’area commerciale di bivio Madonnuzza a Petralia Soprana, sarà illuminata a costo zero. L’amministrazione comunale si è affidata ad un project financing, un modello innovativo per il finanziamento e la realizzazione di opere pubbliche, nato per porre rimedio alla scarsità di fondi pubblici.

Il progetto prevede inoltre la trasformazione a Led degli impianti di illuminazione pubblica del centro storico e delle frazioni che non erano rientrati nell’intervento realizzato nel 2105 e l’ampliamento dell’illuminazione nella frazione Madonnuzza, la manutenzione di tutti gli impianti di proprietà comunale compresa la parte a Led realizzata nel 2015. Prevede anche tutte le prestazioni tecniche e gestionali per il mantenimento del livello di illuminamento e della sicurezza degli impianti con l’obiettivo di conseguire un risparmio energetico, contenere le emissioni di CO2 e ridurre l’inquinamento luminoso, di contenere i consumi con riduzione degli oneri gestionali di manutenzione, di realizzare un doppio isolamento e protezione contro i contatti diretti ed indiretti e sovraccarico  con  aspetti positivi anche nel transito veicolare e pedonale.

Grazie a questo intervento tutto l’impianto di pubblica illuminazione di proprietà comunale, di cui una parte è obsoleta diventerà un fiore all’occhiello. La proposta dell’investimento, venuta dall’impresa “Passarello Soc. Un. S.r.l.” che si è aggiudicata anche l’appalto con evidenza pubblica, prevede quindi la gestione globale del servizio di illuminazione pubblica del Comune di Petralia Soprana per quindici anni.  

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L’istruttoria dell’operazione economica-finanziaria è stata curata dal responsabile del procedimento Salvino Spinoso dell’ufficio tecnico, guidato dall’architetto Vincenzo Vaccarella. In questi anni l’ente pagherà all’impresa un canone annuo per l’intervento che non supererà le somme che sono spese oggi per la gestione dell’impianto attuale. Non ci sarà quindi alcun aggravio per le casse del Comune che realizzerà un guadagno sia dal punto di vista economico, dato dalla riduzione del consumo annuo di energia che si avrà con l’ammodernamento di tutto l’impianto, che in termini di servizi migliorativi con il completamento dell’illuminazione della zona artigianale e commerciale di Madonnuzza attesa da decenni.

Pietro Macaluso, sindaco Petralia-2“A causa della drastica riduzione dei trasferimenti dello Stat - afferma il sindaco Pietro Macaluso -, nonché dei più generali vincoli di finanza pubblica, per la realizzazione di opere e infrastrutture è necessario abbandonare la logica esclusiva dell’appalto tradizionale e indirizzarsi verso l’utilizzo di strumenti di partenariato pubblico-privato. Questo è quello che abbiamo fatto. Una scelta che non costerà nulla ai cittadini di Petralia Soprana e ci consentirà di illuminare intere vie rimaste buie per anni e soprattutto il centro commerciale di Madonnuzza per tanto tempo trascurato”. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • L'entrata da Mondello, poi il volo su via Libertà: attesa per l'esibizione delle Frecce Tricolori

  • Donna incinta positiva al Coronavirus ricoverata al Cervello: è tornata a Palermo da Londra

  • Coronavirus, finalmente ci siamo: per la prima volta zero contagi in Sicilia

  • Mega rissa a Ballarò, in trenta si affrontano a pugni e sprangate: ferito anche un bambino

  • Strage Capaci, Emanuele Schifani e quel papà mai conosciuto: "Non provo odio ma tanta rabbia"

  • Negativa a 3 tamponi, torna positiva al Covid: "Così sono ripiombata nell'incubo"

Torna su
PalermoToday è in caricamento