All'istituto comprensivo di Petralia Soprana lezione "notturna" per imparare i segreti del coro

Opportunità riservata alle seconde classi della scuola secondaria di primo grado a indirizzo musicale e resa possibile grazie alla collaborazione del coro parrocchiale

Lezione speciale per gli alunni delle seconde classi della scuola secondaria di primo grado a indirizzo musicale dell’istituto comprensivo di Petralia Soprana che, per apprezzare meglio l’attività e le funzioni di un coro polifonico, hanno assistito a una lezione "notturna". Iniziativa possibile grazie alla collaborazione del coro parrocchiale diretto dal maestro Michele Cerami. A tenere la lezione è stato il professore di musica Salvatore La Placa. Alunni e genitori hanno potuto ascoltare, vedere e comprendere che cosa è un coro, da quali voci è composto, cosa significa cantare a cappella e in cosa consiste la tecnica polifonica.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"L'idea – spiega La Placa - nasce dall’esigenza di dare agli studenti l’opportunità di andare oltre il testo scolastico, oltre la fase teorica che è necessaria ma che in alcuni casi viene anche imparata senza capirne il vero significato”. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Terremoto al largo di Palermo, scossa di magnitudo 2.7 avvertita dalla popolazione

  • Via dell'Arsenale, donna si lancia dal balcone e muore

  • Malore mentre fa il bagno al mare, morta una donna a Mondello

  • Figlia morta dopo il Gratta e vinci perdente: chiesta condanna a 6 anni per la mamma infermiera

  • Con lo scooter investì e uccise un anziano e il suo cane, morto un trentenne

  • Suicidio all'Uditore, cinquantenne si getta dalla finestra e muore

Torna su
PalermoToday è in caricamento