menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Veduta di Petralia Soprana

Veduta di Petralia Soprana

La rivoluzione digitale sbarca a Petralia Soprana: ultraveloce grazie alla fibra ottica

I lavori sono stati condotti da Open Fiber. Il sindaco Pietro Macaluso: "Per la nostra comunità l’arrivo della banda ultralarga rappresenta una svolta epocale"

La rivoluzione digitale sbarca a Petralia Soprana: abitazioni, uffici pubblici, attività commerciali e ricettive, scuole sono infatti già raggiunti da una rete pubblica di telecomunicazioni a banda ultralarga già entrata in funzione. La copertura capillare del comune è avvenuta nei mesi scorsi con particolare attenzione alle zone meno digitalizzate.

I lavori sono stati condotti da Open Fiber, società per azioni chiamata a realizzare l’infrastruttura che consente a cittadini e imprese di beneficiare di velocità di connessione al web finora inedite.

Le risorse stanziate non gravano sul bilancio del Comune: l’infrastruttura è infatti finanziata con fondi regionali e statali e resterà di proprietà pubblica. Le attività sono state coordinate da Infratel, società “in house” del Ministero dello Sviluppo Economico, con l’attenta supervisione della Regione Siciliana. Oltre a circa 2.700 abitazioni private e insediamenti produttivi, sono state cablate 18 sedi della pubblica amministrazione che potranno quindi erogare i propri servizi in modo ancora più efficiente ed efficace: tra queste spiccano le scuole, il Municipio, le caserme dei Carabinieri e dei Vigili del Fuoco e la Condotta agraria.

“Per la nostra comunità – sottolinea il sindaco Pietro Macaluso – l’arrivo della banda ultralarga rappresenta una svolta epocale. Una innovazione fondamentale a maggior ragione in un periodo come quello attuale, segnato dalla pandemia e dalla necessità di rivedere modelli e stili di vita. La presenza di una rete di telecomunicazioni performante e all’avanguardia è la condizione essenziale per poter operare al meglio e con le medesime opportunità che offrono i centri maggiormente popolati. Da queste infrastrutture – continua l’assessore ai lavori pubblici Michele Albanese - parte il riscatto e lo sviluppo economico (e non solo) di territori come quello come Petralia Soprana. Il nostro ringraziamento va quindi alle istituzioni che hanno permesso questa svolta e all’azienda impegnata con i lavori sul campo, rappresentata dal dottor Giuseppe Di Fulco, field manager di Open Fiber, con il quale abbiamo sempre operato all’insegna del dialogo e della pronta risoluzione delle criticità”.

"Le unità immobiliari di Petralia Soprana - si legge in una nota - sono state cablate in modalità FTTH (Fiber-to-the-home), con la fibra ottica stesa direttamente all’interno delle singole abitazioni. Questo permette di raggiungere inedite velocità di connessione al web (fino a 1 Gigabit al secondo). Una rete a banda ultralarga permette di abilitare servizi che vanno a beneficio dell’intera collettività: smart working, telemedicina, telelavoro, educazione a distanza, Industria 4.0, videosorveglianza, domotica e tanto altro ancora da inventare. Non a caso, le infrastrutture interamente in fibra ottica possono definirsi “a prova di futuro” poiché in grado di supportare successive evoluzioni tecnologiche. Open Fiber non vende servizi in fibra ottica direttamente agli utenti finali. I cittadini di Petralia Soprana, per usufruire della banda ultralarga, non dovranno far altro che verificare la copertura del proprio indirizzo sul sito openfiber.it, contattare un operatore per scegliere il piano tariffario preferito e iniziare a navigare ad alta velocità".    

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento