menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La petroliera Vulcanello

La petroliera Vulcanello

Il giallo del peschereccio affondato, scoperte tracce di vernice sul rostro della Vulcanello

I segni sono ora al vaglio degli investigatori per stabilire se siano compatibili con la Nuova Iside, sulla quale sono morte tre persone. In caso positivo sarebbe la prova di un contatto tra le due imbarcazioni che, come dimostrano i tracciati radar, si sono incrociate nel mare di San Vito Lo Capo lo scorso 13 maggio

Tracce di vernice sul rostro della petroliera Vulcanello. E' questa l'ultima scoperta degli investigatori che stanno cercando di ricostruire cosa sia accaduto nel mare di San Vito Lo Capo il 13 maggio scorso e come si sia inabissato il peschereccio Nuova Iside, con a bordo i tre uomini dell'equipaggio, Matteo, Giuseppe e Vito Lo Iacono (l'unico di cui non è stato ritrovato il corpo). Adesso si dovrà verificare se le tracce possano essere compatibili con la vernice del peschereccio: se così fosse, sarebbe la prova di un contatto tra le due imbarcazioni.

Non si fermano le indagini coordinate dal procuratore aggiunto Ennio Petrigni e dal sostituto Vincenzo Amico, che per il momento ipotizzano l'omicidio colposo a carico di quattro persone: il comandante della petroliera, l'armatore della società Augustadue e due ufficiali di plancia. Quello delle tracce di vernice sul rostro non è un elemento secondario visto che, come anticipato da PalermoToday, dalle immagini filmate da un robot a 1.400 metri di profondità sembrerebbero emergere delle graffiature sulla Nuova Iside.

Le due imbarcazioni si sono certamente incrociate (lo dimostrano i tracciati radar), ma non è ancora chiaro se a fare affondare il peschereccio sia stata una collisione o piuttosto l'onda determinata dal passaggio della petroliera a velocità sostenuta. Dagli elementi raccolti sinora si potrebbe ipotizzare un urto tra le due navi, il capovolgimento (per via dell'onda) della Nuova Iside e poi il suo affondamento. Il peschereccio, sempre in base ai filmati del robot, sembra essere comunque integro.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento