menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"Scusa, hai una sigaretta?": poi le coltellate e la rapina, arrestato 29enne

Un nigeriano senza fissa dimora di 29 anni è finito in manette dopo le indagini della polizia che hanno ricostruito quanto avvenuto la notte dello scorso 3 marzo nella spiaggia vicino al porticciolo di Sant'Erasmo. La vittima è un giovane pescatore

Aveva avvicinato un giovane pescatore palermitano e dopo avergli chiesto una sigaretta lo ha colpito con calci e pugni, fino a sferrargli una coltellata alla testa e rapinarlo. Un nigeriano senza fissa dimora di 29 anni, Ozua Martins, è stato arrestato dopo le indagini della polizia che hanno ricostruito quanto avvenuto la notte dello scorso 3 marzo nella spiaggia vicino al porticciolo di Sant'Erasmo.

"Uno dei fendenti - raccontanto dalla questura - aveva determinato perfino la rottura della lama del coltellino, che si è spezzata nella parte finale. Questo particolare sarebbe risultato decisivo per il riconoscimento del rapinatore. Il giovane pescatore dopo essere stato picchiato è poi riuscito a raggiungere una strada vicina dove le sue richieste di soccorso sono state raccolte da una pattuglia dell’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico in servizio di perlustrazione in zona. Prima del ricovero e di un delicato intervento chirurgico, il pescatore è riuscito a consegnare agli agenti di polizia un resoconto dettagliato dell’accaduto ed un identikit del suo aggressore".

Sono stati i poliziotti dei commissariato Centro” e Oreto-Stazione a prendersi carico del caso e lo hanno fatto lavorando fianco a fianco nel corso delle indagini ed effettuando ricerche insistenti nella zona del porticciolo di Sant'Erasmo. Fino a quando - a distanza di meno di 72 ore dall'episodio - i poliziotti hanno "incrociato" il nigeriano proprio all’altezza del Foro Italico. "I loro sospetti - dicono dalla polizia - si sono rafforzati quando l’uomo, alla loro vista, ha tentato una disperata e pericolosa fuga tra le auto in transito in direzione di piazza Kalsa. Il nigeriano è stato raggiunto e bloccato in via Butera con non poca fatica dai poliziotti che hanno dovuto vincerne la strenua resistenza".

Addosso al malvivente sono stati trovati un cellulare risultato rubato e, soprattutto, un piccolo coltello a serramanico che è risultato mancante della parte finale: una parte compatibile con quella rimasta conficcata sul corpo della vittima, estratta dai medici e consegnata alla polizia. Per Martins è scattato così un provvedimento di “fermo di indiziato di delitto” per i reati di rapina aggravata, lesioni personali aggravate, resistenza a pubblico ufficiale, ricettazione e porto abusivo di arma bianca. Il provvedimento è stato poi convalidato dal giudice che ha disposto la misura della custodia cautelare in carcere. Il 29enne nigeriano si trova recluso adesso al Pagliarelli.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento