menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Stop agli allagamenti a Mondello, finanziati i lavori

Stop agli allagamenti a Mondello, finanziati i lavori

Tram allo Zen, luce, scuole e stop allagamenti: "50 interventi, la periferia cambia volto"

Riqualificazione urbana e sicurezza, progetto da 118 milioni: finanziata una valanga di opere nell'area nord. C'è anche il recupero del Palasport e la bonifica del "Ferro di cavallo"

L'area nord della città cambia volto. Via libera agli interventi allo Zen, Sferracavallo, Tommaso Natale, Cardillo, Pallavicino, San Lorenzo, Mondello e Partanna. Nell’ambito del Programma straordinario di intervento per la riqualificazione urbana e la sicurezza delle periferie degradate, il Comune fa partire il "Progetto Ruis". I progetti - già finanziati - sono stati annunciati a Palazzo delle Aquile. Si punterà all'adeguamento delle infrastrutture destinate ai servizi sociali e culturali, educativi e didattici, nonché alle attività culturali ed educative promosse da soggetti pubblici e privati.

Prende forma la progettazione delle linee del tram E e G di collegamento della periferia nord con il centro urbano e con la linea tram esistente. "Lo studio di fattibilità della mobilità dolce attraverso l’ampliamento della rete tram - si legge in una nota - prevede la realizzazione di due nuove linee che da piazza Alcide De Gasperi collegherà Mondello (linea E) e Sferracavallo (linea G) attraversando le aree urbane degradate dello Zen, di Marinella e Partanna. Il progetto prevede le risorse per la progettazione esecutiva necessaria per accedere alle risorse comunitarie. Beneficiari diretti dell’opere: tutta la popolazione e i turisti che potranno accedere con lo stesso mezzo ai lidi ed alle spiagge pubbliche di Mondello, Barcarello e Sferracavallo".

Ecco gli interventi "clou": il recupero e l'adeguamento del Palazzetto dello Sport, la costruzione delle vasche di drenaggio nelle aree soggette ad allagamento a Partanna Mondello, la bonifica e messa in sicurezza d’emergenza del canale “Ferro di cavallo”, la realizzazione di un complesso sportivo polivalente allo Zen, il consolidamento delle pareti rocciose di Monte Gallo, la razionalizzazione delle reti fognarie della Marinella e di Sferracavallo, la riconversione dell'impianto di depurazione di “Fondo verde”, il rinnovamento e la ristrutturazione degli impianti di illuminazione pubblica a Partanna Mondello e della litoranea Addaura-Arenella. E poi ancora: il completamento della rete fognaria in via Tommaso Natale.

Il costo complessivo del progetto ammonta a 118 milioni di euro, al cui totale concorre una quota di cofinanziamento pubblico pari a 86 milioni, una quota di cofinanziamento privato pari a 13,8 milioni. "La proposta è stata integrata dall’apporto dei privati e di investimenti pubblici - dicono dal Comune -. I cofinanziamenti pubblici sono costituiti da: Regione, Comune, con i fondi del Patto per il Sud, Patto per Palermo, Fondi Cipe e Fondazione Teatro Massimo. In particolare è stata istituita un'azione sinergica con la Prefettura.

Tra gli interventi che verranno realizzati anche: la rifunzionalizzazione degli stabili confiscati per collocare la stazione dei carabinieri di
Partanna-Mondello in via Lanza di Scalea e via Federico Di Roberto,
il restauro del Villino Elena a Mondello (sede del commissariato di polizia), e l'ampliamento del sistema di videosorveglianza. Coinvolti soggetti privati, imprenditori, aziende, onlus, ma anche istituzioni.

Tra gli altri obiettivi anche la riduzione dei consumi energetici negli edifici e nelle strutture pubbliche residenziali, la diffusione dei servizi digitali, l’inclusione sociale. Si punterà al recupero di area a verde via Einaudi, la manutenzione straordinaria nell'area di verde attrezzato in piazza Gino Zappa, la realizzazione del “Giardino della civiltà”, di aree verdi dietro la chiesa di San Filippo Neri, del tratto stradale a completamento della via Mazzola. E poi ancora: spazi verdi pubblici nel quartiere Marinella, la ristrutturazione e ridistribuzione dell’immobile esistente e riqualificazione delle aree antistanti la Lidl.

Previsti interventi per la riduzione dei consumi energetici degli impianti allo Zen e Sferracavallo, verrà costruito il collegamento delle vie Mondello, Palinuro e Aiace, si punterà al recupero del Baglio Mercadante per la realizzazione di un centro di quartiere allo Zen, oltre manutenzione delle strutture edilizie esistenti in via Zappa e via Girardengo. Via al completamento di via Diana e all'apertura dello sbocco su via Rosciglione. E poi ancora: la diffusione della cultura con l’Opera Camion – Teatro Massimo, il consolidamento strutturale della palestra dei plessi scolastici Sciascia e Smith, la ristrutturazione dell'asilo nido La Mimosa, la costruzione di una scuola materna allo Zen, la riqualificazione energetica, edilizia ed impiantistica nell'asilo nido Domino..

Via libera infine a Manifesta 12, la Biennale Europea nomade per l’Arte Contemporanea. "L'obiettivo - spiegano dal Comune - è sviluppare una serie di interventi sul territorio per ripensare i quartieri delle zone periferiche attraverso l’arte contemporanea. Manifesta 12 andrà dunque a lavorare su concetti quali l’inclusione sociale, il miglioramento della qualità del decoro urbano, la cognizione di aree di interesse e fruizione pubblica. Costo complessivo: 880 mila euro".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento