menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Orlando vestito da arabo

Orlando vestito da arabo

Guida sui tesori Unesco per i piccoli, Orlando la presenta vestito da arabo

Per sottolineare la vocazione del capoluogo siciliano come città dell'accoglienza il sindaco nel corso della presentazione ha indossato un copricapo mediorientale

Una guida sui tesori arabo normanni, pensata per i bambini: colori, disegni, giochi, un linguaggio facile e intuitivo per spingere i più piccoli a scoprire i monumenti e, perché no, amarli. La guida “I Tesori arabo-normanni” è stata realizzata da Carolina Lo Nero e Anna Maria Balistreri, ed è diretta soprattutto a bambini sopra gli otto anni. Dello stesso progetto editoriale fanno parte anche le pubblicazioni ”Il Palazzo reale e il Parlamento siciliano” e “Palermo for kids”, sempre edite da Mercurio.

La guida è stata presentata nell’aula magna dell'istituto magistrale Regina Margherita dal sindaco Leoluca Orlando, presidente del comitato di pilotaggio, dall'assessore alla Scuola, Barbara Evola, da Aurelio Angelini, direttore della Fondazione Unesco Sicilia, Lino D'Andrea, garante per i diritti dell'Infanzia del Comune. Presenti all'incontro, gli alunni dell'istituto “Nuccio”, del “Perez-Madre Teresa di Calcutta” e dell'istituto "Boccone".

IL PERCORSO UNESCO - LE FOTO E LA STORIA DEI MONUMENTI

"A Palermo ognuno si deve sentire citttadino e non immigrato - ha detto Orlando, che ha indossato un copricapo alla maniera araba, preparato dai bambini -. La nostra è la città dell'accoglienza, e l'Unesco ci ha riconosciuti". "La guida avvicinerà ancora di più il pubblico dei giovanissimi, che sono i nostri visitatori di domani", ha aggiunto Aurelio Angelini. 
 
Nel frattempo il lavoro della Fondazione Unesco Sicilia, continua: è infatti al nastro di partenza il primo progetto di "Alternanza scuola lavoro” che impegnerà la fondazione con le scuole Superiori nel lavoro di promozione del sito seriale. In totale saranno 80 le ore di attività previste all’interno del progetto, divise tra formazione e presenza all’info point del Visitor Center Unesco. Il primo a essere coinvolto sarà il liceo classico Vittorio Emanuele II; il progetto prevede lo sviluppo di un'applicazione rivolta ai turisti, che sarà presentata in primavera, in occasione della mostra che chiuderà il contest fotografico “Immaginario Arabo Normanno”.

Di cui si è appena conclusa la prima fase di raccolta delle candidature: sono giunti ben 192 lavori da tutta la Sicilia. Tra queste, 75 sono le candidature per la categoria Community Unesco, rivolta alle scuole, con 20 istituti iscritti (scuole di Palermo, Monreale, Cefalù, Bagheria, Partinico, ma anche Catania, Ragusa, Agrigento). In questi giorni si sta verificando la validità della documentazione, per fare partire la seconda fase: le opere finaliste saranno infatti votate attraverso i social; le 50 finaliste faranno parte della mostra in programma nella prossima primavera.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento