"Percorsi pedonali e segnaletica in via Altofonte? Felici ma sdegnati"

Il Comitato Civico Quartiere Pagliarelli ottiene i percorsi pedonali richiesti dopo oltre due anni di incomprensibile opinione contraria e conseguente inutile e rischiosa attesa.

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

Siamo estremamente felici di apprendere che il Presidente della IV Circoscrizione del Comune di Palermo abbia cambiato idea sui percorsi pedonali da istituire nel quartiere Pagliarelli. Lo chiedevamo già a Giugno del 2014 quando ci rispose pubblicamente che "immaginare dei percorsi pedonali è impossibile, la strada è troppo stretta. Si tratta solo di regolamentare la sosta, aspettiamo che i vigili facciano il loro dovere". Nonostante la sconcertante risposta, ci attivammo seguendo altri canali amministrativi, riuscendo ad ottenere l'apposizione di dissuasori di sosta nei pressi della Scuola Materna Mancini e riconquistando un marciapiedi alla collettività e ai bambini. Per i restanti percorsi pedonali iniziammo ad attendere, come sentenziato dal Moncada, che i vigili facessero il proprio dovere, ma nulla è accaduto per ben oltre due anni! Che dire, poi, della segnaletica stradale? L'ultima volta che la Consigliera Potenza e il suo Presidente ebbero modo di vantare un loro impegno per il rifacimento della segnaletica nel quartiere Pagliarelli, fummo derisi da tutta Italia! Un bel giorno ci ritrovammo, infatti, con strisce pedonali che davano sui muri e nel vuoto, buone per rompersi l'osso del collo! Sembrò proprio uno scherzo di cattivo gusto! Il Sindaco Leoluca Orlando, interpellato, chiese chiarimenti agli uffici competenti, centinaia di battute esilAranti sul web, intervista "live" su Radio Rai e titoli ironici su tutti i giornali nazionali. Questa volta tutto sembra finalmente favorevole affinché quanto atteso e richiesto da anni venga finalmente posto in essere. Vogliamo evitare ulteriori polemiche con chi ha costretto gli abitanti di Pagliarelli a due anni di ulteriori rischi e siamo felici per il rispetto ritrovato dei pedoni e delle categorie più deboli, anziani, disabili e bambini. Due anni fA avevamo proprio sbagliato i tempi, quelli propizi sono gli attuali!

Torna su
PalermoToday è in caricamento