Giovedì, 13 Maggio 2021
Cronaca

"Si fingeva minorenne per adescare ragazzini sui social", vittima palermitana denuncia e scatta l'arresto

In manette un 27enne della provincia di Napoli. E' accusato di avere gestito diversi profili Instagram, Facebook e TikTok tramite i quali intratteneva rapporti con giovani tra i 10 e i 15 anni "ai quali chiedeva di realizzare e inoltrare foto o video che li ritraessero in atteggiamenti sessuali o mostrassero le parti intime"

Un 27enne incensurato di Pozzuoli, nel Napoletano, è stato arrestato in flagranza di reato per pornografia minorile. Le indagini a suo carico sono scattate dopo la denuncia presentata dai genitori di un minorenne palermitano, che si sono rivolti ai carabinieri.

Secondo quanto reso noto dai carabinieri, il 27enne "è stato trovato in possesso di due telefoni cellulari sui quali aveva attivato e gestiva diversi profili social Instagram, Facebook e TikTok tramite i quali, fingendosi adolescente, intratteneva rapporti con giovani di età compresa tra i 10 e i 15 anni ai quali chiedeva di realizzare e inoltrare foto o video che li ritraessero in atteggiamenti sessuali o mostrassero le parti intime".

Le indagini sul materiale sottoposto a sequestro, coordinate dalla IV sezione fasce deboli della Procura presso il tribunale di Napoli, proseguono. Il 27enne si trova ora nel carcere di Poggioreale.

"L'operazione - dichiara il generale di brigata Arturo Guarino - sottolinea la necessità di interazione tra famiglie e forze dell'ordine. I nostri presidi sul territorio sono sempre disponibili ad ascoltare, suggerire e intervenire per combattere questo fenomeno odioso, fianco a fianco delle dei genitori e tutelando al massimo la riservatezza e la sicurezza dei ragazzi. Insieme si è più forti".

Fonte NapoliToday

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Si fingeva minorenne per adescare ragazzini sui social", vittima palermitana denuncia e scatta l'arresto

PalermoToday è in caricamento