Pazienti affetti da grave insufficienza respiratoria: 3 trapianti in poche ore all'Ismett

Continua anche in periodo di Covid-19 l’impegno delle aziende del sistema sanitario regionale per i pazienti in lista di attesa per trapianto

L'Ismett

Si sono susseguite nell’arco di 48 ore due donazioni di organi negli ospedali Civico di Ragusa e Papardo di Messina che hanno consentito all'Ismett di Palermo di eseguire 4 trapianti di organo: tre di polmone ed uno combinato fegato-rene. E’ stato così possibile effettuare ben tre trapianti di polmone in pazienti affetti da grave insufficienza respiratoria terminale. “L’esecuzione di tre trapianti di polmone in un tempo così ravvicinato - sottolinea il dottor Alessandro Bertani, responsabile della divisione di Chirurgia Toracica e Trapianto di Polmone dell'Ismett - di cui due eseguiti simultaneamente, rappresenta una circostanza straordinaria e un importante segnale per tutti i pazienti che attendono un trapianto di polmone in Sicilia”.

Il trapianto combinato di fegato e rene è stato eseguito lo scorso giovedì. “Ad essere sottoposto al delicato intervento - spiega  il professor Salvatore Gruttadauria, direttore del Dipartimento per la cura e lo studio delle patologie addominali e dei trapianti addominali -  un giovane paziente di 38 anni, che era affetto da una rara malattia metabolica: l’iperossaluria primitiva”.

"In queste settimane di grande impegno della sanità per fronteggiare l’epidemia Covid-19, si è continuato a portare avanti l’attività dei trapianti per dare ai pazienti con insufficienza terminale d’organo la possibilità di essere curati - si legge in una nota -. In Ismett si eseguono regolarmente trapianto d’organo ed interventi chirurgia oncologica complessa, assicurando ai pazienti un percorso di protezione secondo le linee guida rilasciate dal Centro Nazionale dei Trapianti sulla gestione dei donatori d’organo in periodo di pandemia. La gestione dei pazienti riceventi è affidata sin dal momento della segnalazione del potenziale donatore al team multi disciplinare dei chirurghi, medici specialisti e coordinatori infermieristici che lavorano in sinergia con il Centro Regionale Trapianti e la rete delle Terapie Intensive che sta dimostrando - anche in un momento di estrema emergenza e con personale ridotto - di essere in grado di finalizzare il percorso donazione-trapianto anche in Sicilia".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Un particolare ringraziamento – sottolinea la direzione sanitaria di Ismett – va anche al centro trasfusionale che in un momento così difficile, in cui i donatori di sangue sono in numero estremamente ridotto, riesce, comunque, a garantire le scorte di sangue necessarie per i trapianti e le chirurgie oncologiche particolarmente complesse”.​

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Trabia, matrimonio da incubo: sposa investita dalle fiamme durante il flambè di benvenuto

  • Tragico incidente in via Roma, scontro auto-moto: un morto

  • Chiudono il negozio mentre sono in camerino, mamma e figlia bloccate per 2 ore da Ovs

  • Viale Regione, rapinatori armati di coltello assaltano il Lidl: scatta il fuggi fuggi

  • Coronavirus, 61 i nuovi casi in Sicilia: a Palermo un'altra vittima e un neonato contagiato

  • Sedici anni senza la voce sublime di Giuni Russo, ma a Palermo neanche una via per ricordarla

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PalermoToday è in caricamento