rotate-mobile
Sabato, 27 Novembre 2021
Cronaca

Il clone di Baccaglini, la mafia e il nuovo stadio: Orlando furioso contro la Rai

"Qua a Palermo si presentano tutti incappucciati, ti mettono in una macchina e poi si firma con il sangue": a Quelli che il calcio il comico Edoardo Ferrario imita il neopresidente. La rabbia del sindaco. "Offesa la nostra città, adesso intervengano i vertici"

"Se ci fanno fare il nuovo stadio? Ma certo che sì. Abbiamo parlato con degli investitori locali: Mimmo Scutufruzzu, Vito Scannu e Sasa U Sicario. Qua a Palermo hanno questo modo di fare i meeting, molto informale: si presentano tutti incappucciati, ti mettono in una macchina e poi si firma con il sangue". A parlare è Edoardo Ferrario, nei panni di Paul Baccaglini. Il palcoscenico è quello di Rai 2, in diretta. Quelli che il Calcio si collega con il finto presidente del Palermo, che - appena svegliatosi - parla di presente e futuro rosanero. Lo slang è tipicamente italo-americano: tra un cocktail e l'altro, il clone di Baccaglini fa capire che per lo stadio non ci sarà nessun problema

L'IMITAZIONE DI BACCAGLINI A QUELLI CHE IL CALCIO: GUARDA IL VIDEO

Un'imitazione che non è andata giù a Leoluca Orlando. Al punto che il sindaco oggi (dopo due giorni di attesa) ha deciso di inviare una lettera alla presidente della Rai, Monica Maggioni, e perfino - per conoscenza - al presidente della Commissione Parlamentare di vigilanza, Roberto Fico. "Domenica scorsa, durante la trasmissione "Quelli che il calcio" - spiegano dagli uffici del Comune - un comico ha fatto una parodia del neo-presidente della squadra del Palermo, con evidenti richiami a stereotipi sul fenomeno mafioso e sul sul controllo mafioso degli appalti".  

Orlando, che ha comunque affermato di riservarsi di adire le vie legali, afferma nella sua lettera che "quello che avrebbe potuto essere un momento di satira o anche di critica ironica si è rivelato essere una volgare riproposizione di stereotipi sulla città di Palermo, sul fenomeno mafioso e sul controllo e i metodi mafiosi nella gestione degli appalti".

"Si tratta di stereotipi che contrastano con l’impegno quotidiano di questa, come di altre amministrazioni pubbliche, e con l’impegno quotidiano di tanti imprenditori - conclude l'Orlando furioso -. Tutto ciò costituisce una grave lesione dell’immagine della nostra comunità, per cui resto in attesa di conoscere modalità e tempi di un adeguato intervento da parte dei vertici della Rai e dei responsabili della trasmissione".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il clone di Baccaglini, la mafia e il nuovo stadio: Orlando furioso contro la Rai

PalermoToday è in caricamento