Lunedì, 14 Giugno 2021
Cronaca

Cinisi, pastore morto per una frana Il costone non verrà messo in sicurezza

Giuseppe Briguglio ha perso la vita lo scorso 16 febbraio mentre pascolava il suo gregge nei pressi di Piano Margi a causa di un cedimento di parte della montagna. Ma i lavori non saranno effettuati: servirebbero 200 mila euro

Nei pressi di Piano Margi, a Cinisi, il terreno è a rischio idrogeologico e rimane alto il pericolo di caduta massi. Lo ha confermato il sopralluogo congiunto effettuato dai tecnici del Comune, della Provincia, della Protezione civile, del corpo forestale e del Genio civile. Nell'area lo scorso 16 febbraio Giuseppe Brigulio, pastore 48enne, è morto a causa di una frana mentre stava pascolando il suo gregge. La rete di contenimento della montagna mostra i segni della caduta di grosse pietre: è infatti danneggiata così come il guard rail e la strada che porta al santuario della madonna del Furi.

Sarebbe necessario dunque un intervento di messa in sicurezza del costone roccioso, intervento che però non verrà messo in atto. Il Genio civile non interverrà perchè nell'area non ci sono abitazioni. La Provincia invece realizzerà dei lavori che interesseranno solo la strada. Per mettere in sicurezza tutta l’area servirebbero circa 200 mila euro.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cinisi, pastore morto per una frana Il costone non verrà messo in sicurezza

PalermoToday è in caricamento