Cronaca Politeama / Vicolo Bernava

Entro marzo giù le palazzine di vicolo Bernava, ma i lavori del passante restano fermi

Intesa raggiunta tra Rfi e Sis per la demolizione di cinque edifici danneggiati dagli scavi. Al loro posto sorgerà una piccola area verde. Il completamento della galleria Imera-Lolli però rimane al palo, nuova gara all'orizzonte

Vicolo Bernava

Entro la fine del mese di marzo le cinque palazzine di vicolo Bernava, a pochi passi da via Goethe, verranno demolite perché irrimediabilmente danneggiate dagli scavi per la costruzione del passante ferroviario. Al loro posto sorgerà una piccola area verde. Lo prevede l'accordo siglato da Rete ferroviaria Italiana e Sis. Le palazzine sono state espropriate per ultimare i 58 metri della galleria Imera-Lolli: da sette anni un fiume di acqua, fango e sabbia impedisce il completamento della tratta "A".

Dopo la demolizione degli edifici però non riprenderanno i lavori. L'accordo tra Rfi e Sis è "a metà". Non si è trovata alcuna intesa e il 22 marzo si concluderà la procedura di licenziamento del personale. Di fatto, per proseguire i lavori si dovrà procedere con un nuovo appalto.

"Non ci sono margini perché Sis continui i lavori del passante - dice Piero Ceraulo, segretario generale della Fillea-Cgil -. Di certo c’è il grande rammarico di non vedere ancora l’opera completata dopo tutti questi anni, ma allo stesso tempo adesso chiediamo a Rfi tempi certi per l’aggiudicazione del completamento dei lavori, sempre nel rispetto della città e della tutela dei lavoratori. Anche per questo abbiamo siglato un accordo con l’assessorato regionale alle Infrastrutture, Rfi e Sis per attingere in via prioritaria dal bacino degli operai licenziati della Sis".  

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Entro marzo giù le palazzine di vicolo Bernava, ma i lavori del passante restano fermi

PalermoToday è in caricamento