rotate-mobile
Cronaca Piazza Stazione Lolli

Passante ferroviario, Delrio battezza le fermate Lolli e Guadagna

Il ministro delle Infrastrutture e l'ad di Rfi Maurizio Gentile in città per l'evento. Ultimi dettagli prima dell'entrata in funzione della stazione a pochi passi da via Dante. Orlando: "Palermo ha scelto la cura del ferro"

Inaugurazione in pompa magna per le nuove stazioni del passante ferroviario. Sono arrivati direttamente da Roma il ministro delle Infrastrutture Graziano Delrio e l’amministratore delegato di Rfi Maurizio Gentile, presenti all’appuntamento in piazza Lolli con il sindaco Leoluca Orlando e l'assessore comunale alla Mobilità Giusto Catania, dove è stato mostrato il nuovo "snodo", che si aggiungerà a quelli della Guadagna e Maredolce (GUARDA IL SERVIZIO). "Una conferma - spiega il primo cittadino - che Palermo ha scelto la cura del ferro. Infatti, è già la seconda volta che il ministro viene qui e gioisce dello straordinario percorso che la nostra città sta facendo". Durante l'incontro Gentile ha anche spiegato l'utilizzo di una novità assoluta per Palermo: il "cervellone", un apparato in funzione da dicembre e fondamentale per ottimizzare i trasporti su rotaie della città.

Mentre Lolli e Guadagna saranno attive già da domani, mancano ancora gli ultimi dettagli per la stazione Maredolce, per la quale bisognerà ancora attendere il ripristino della linea che collega fino all’aeroporto. "Oggi attiviamo tre fermate del nodo Palermo Centrale-Punta Raisi. Si tratta di un intervento - ha dichiarato Gentile - che ha portato più di un miliardo di investimenti, l'impiego di 850 maestranze dirette, più l'indotto. In prospettiva puntiamo a un servizio rinnovato, con più treni, maggiore puntualità per un trasporto pubblico efficace. Siamo quasi in dirittura d'arrivo. I lavori riguardano tre tratte denominate A, B e C. Entro quest'anno - ha concluso - attiveremo le tratte A e C e sarà riattivato il binario Palermo Centrale-Punta Raisi, mentre l'altra tratta sarà attivata entro la fine del 2017 e inizio del 2018. "Avremo 25 fermate e stazioni di cui 10 nuove di zecca, mentre le altre saranno ripristinate".

Inaugurata la stazione Lolli - foto Bonfardino

L'OPERA - Il passante ferroviario altro non è che il raddoppio della linea ferrata fino all'aeroporto "Falcone e Borsellino" e comprende tre tratte: la A Notarbartolo-stazione centrale (8,5 chilometri); la B Notarbartolo-La Malfa (5,4 chilometri); la C, La Malfa-Carini (16,2 chilometri). Il tracciato sarà parte in superficie e parte in sotterranea. A lavori conclusi il passante costituirà un'offerta di trasporto alternativa all'auto, per migliorare la mobilità cittadina. Le stazioni attualmente aperte sono stazione centrale, Vespri, Orleans, Notarbartolo, Imperatore Federico, Fiera e Giachery (considerando anche l'anello), Brancaccio e Roccella, alle quali si aggiungono così Lolli e Guadagna. A settembre è prevista l'apertura di quelle da Notarbartolo all'aeroporto (Isola delle Femmine, Capaci, Ciachea, Carini, Piraineto e Punta Raisi).

ARRIVA IL "CERVELLONE" - Durante l’inaugurazione l’ad di Rfi ha parlato anche del nuovo “cervellone” di cui è stata dotata la stazione centrale. Con un investimento di 25 milioni è stato possibile l’acquisto di un nuovo impianto, l’Apparato centrale computerizzato. "Tramite questo governiamo tutta la rete ferroviaria siciliana - ha dichiarato Gentile - e con il nuovo apparato centrale a calcolatori, entrato in funzione a dicembre 2015, possiamo gestire tutto il nodo palermitano. La visione centralizzata ci consente di prendere tutte le scelte di circolazione adatte in caso di problemi e di risolvere al meglio e in maniera rapida tutte le criticità. Da questa centrale inoltre - ha concluso - è possibile manovrare tutti gli scambi di Palermo, migliorando e fluidificando tutta la circolazione".

BIGLIETTO UNICO - Con l’inaugurazione di oggi, e la mobilità in continuo divenire nella città di Palermo, si è tornato a parlare del biglietto unico: “Con Trenitalia, di cui apprezziamo il cospicuo sforzo per dare alla città nuove strutture, abbiamo il comune dovere - ha dichiarato l’assessore Catania - di dare ai cittadini strumenti e tariffe intelligenti. Proprio per questo dobbiamo rilanciare il dialogo per giungere ad avere un biglietto unico integrato bus-tram-metropolitana. L’inaugurazione delle due nuove stazioni è un bellissimo segnale per i cittadini. Rappresenta la possibilità di aumentare in modo significativo l'intermodalità dei trasporti in città, alleggerendo il traffico e diminuendo l'inquinamento”.

Durante l’inaugurazione sono state consegnate al ministro le 2.500 firme raccolte in città per chiedere l’istituzione del biglietto unico. Chinnici, promotore dell’iniziativa e vicepresidente della III circoscrizione Dario: "Il sindaco Orlando durante il suo discorso ha detto che il passante ferroviario per lui è la metropolitana di Palermo. Purtroppo senza il biglietto unico quest’opera non potrà mai esprimere il proprio potenziale. Delrio approfondirà la vicenda con i vertici di Trenitalia. Contemporaneamente abbiamo chiesto anche noi un incontro preliminare ai vertici di Trenitalia per farci carico dei disagi di pendolari, studenti e residenti, chiedendo loro tempi brevi per la risoluzione del problema".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Passante ferroviario, Delrio battezza le fermate Lolli e Guadagna

PalermoToday è in caricamento