rotate-mobile
Cronaca

Passante ferroviario, stop ai lavori: operai della Sis pronti allo sciopero generale

L'azienda ha annunciato la chiusura del cantiere e il licenziamento di tutti i lavoratori. Si tratta di 250 persone, che si aggiungono ai 250 operai licenziati a luglio

"Venerdì prossimo gli operai della Sis si asterranno dal lavoro, qualora non sopraggiungano notizie sulla prosecuzione del cantiere del passante ferroviario". Ad annunciarlo sono Antonino Cirivello e Paolo D'Anca, segretari generale e territoriale della Filca Cisl Palermo -Trapani. Gli operai, che oggi si sono riuniti in assemblea nel cantiere di viale Francia, chiedono garanzie sul futuro occupazionale.

Nei giorni scorsi l'azienda ha annunciato la chiusura del cantiere, nonostante ci siano 110 milioni di opere ancora da eseguire, e il licenziamento di tutti i lavoratori. Si tratta di 250 persone, che si aggiungono ai 250 operai licenziati a luglio. ll passante ferroviario parte da Brancaccio e arriva a Carini. E' stato completato l'80 per cento dei lavori. A dicembre era prevista la consegna della galleria di via Belgio. La tratta tra Belgio a Isola è interrotta e ciò preclude ancora il transito dei treni da Palermo a Trapani. La galleria Imeria bloccata è un altro tassello mancante. E poi c'è la tratta B, dal valore di 83 milioni su 110 milioni di opere complessive ancora da completare. "Non si può tergiversare - affermano Cirivello e D'Anca - servono certezze sul futuro dell'opera e dei lavoratori impegnati nella sua realizzazione".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Passante ferroviario, stop ai lavori: operai della Sis pronti allo sciopero generale

PalermoToday è in caricamento