Dipendenti passano da Rap ad Amap: "Orlando chiarisca il suo progetto"

I consiglieri Leonardi e Ferarra (Pd) commentano l’audizione in commissione dei sindacati di Amap, allarmati per la prospettata cessione del ramo d’azienda che consentirebbe il trasferimento dei lavoratori. "Sarebbe utile puntare su una multiutility"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

Passano da Rap ad Amap 165 dipendenti, ma alcuni consiglieri comunali insorgono. "Il sindaco Orlando non creda di poter fare i conti senza l'oste e venga subito a chiarire alcune circostanze". Così Sandro Leonardi (Leva Democratica) e Fabrizio Ferarra (Partito Democratico), componenti della commissione Bilancio, commentano l'audizione in commissione di questa mattina dei sindacati di Amap, allarmati per la prospettata cessione del ramo d'azienda che consentirebbe il trasferimento dei lavoratori.

"I sindacati sono giustamente preoccupati - dice Leonardi - l'operazione potrebbe anche essere industrialmente logica, visto che l'Amap ha bisogno di personale, ma prima si verifichino le competenze tecniche di questi addetti evitando così di calarli dall'alto senza un piano ben definito. E comunque questa operazione non dovrà avere ripercussioni sui conti del Comune, né sulle tasche cittadini magari aumentando le tariffe dell'acqua. Faremo luce anche sui guasti alle condutture di Scillato che, secondo quanto riferito oggi in commissione, perdono mille litri di acqua al secondo".

"Promuoveremo un atto ispettivo in Rap - continua Ferrara - per acquisire tutti gli elementi utili a far luce su questa vicenda. Amap, secondo quanto riferito dai sindacati, vanta crediti milionari nei confronti di numerosi enti pubblici, tra cui il comune di Palermo, e avrebbe una scopertura bancaria di dieci milioni di euro". "Saremo vigili - concludono i due consiglieri - anche su eventuali disparità contrattuali che, a parità di livello, consentirebbero ai 165 lavoratori di percepire il 10 o 20 per cento in più in busta paga dei loro colleghi in Amap. Il Comune dovrebbe puntare su una multiutility che si occupi di acqua, rifiuti ed energia, ma anche i sindacati al tempo stesso dovrebbero cominciare a fare ragionamenti di sistema: le stesse sigle non possono firmare l'accordo con Rap e poi rigettarlo in Amap".

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PalermoToday è in caricamento