menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Vigili, multe e controlli: ore 9, ripartono le targhe alterne

Il Comune ha "rispolverato" il provvedimento dopo il flop delle Ztl (in contemporanea scattano anche i rimborsi dei pass). I trasgressori saranno multati con sanzioni da 163 euro

Per qualcuno è soltanto una soluzione di "ripiego". Dopo il flop del progetto Ztl, il Comune fa (ri)partire le targhe alterne. Il provvedimento è scattato già da oggi. I vigili - già da inizio mattinata - stanno controllando le auto in circolazione. I trasgressori saranno multati con sanzioni da 163 euro. Negli ultimi giorni l’Amat ha sostituito i cartelli delle zone a traffico limitato con quelli nuovi. La misura antismog dell’Amministrazione, valida dal lunedì al venerdì, riguarderà le auto con motorizzazione Euro 0, 1, 2 e 3. L'assessore alla Mobilità Giusto Catania, per fugare ogni dubbio sull'incertezza della data di inizio del provvedimento, ha risposto a PalermoToday: "L'Amat ha concluso i lavori di sua competenza e dunque le targhe alterne sono 'di nuovo' in vigore. Va detto, in realtà, che il provvedimento è valido dal 2010 ma che era stato messo da parte per l'introduzione delle Ztl". Per il comandante della polizia municipale Vincenzo Messina, invece, i controlli partiranno da domani.

Nei giorni pari potranno circolare i mezzi che hanno l’ultimo numero della targa pari (viceversa nei giorni dispari). Le targhe alterne saranno valide dalle 9 alle 13 e dalle 15 alle 20, mentre sabato e domenica la circolazione sarà libera. L’area è quella che va dalla Circonvallazione a via Messina Marine. Sono previsti comunque dei "corridoi" liberi, ovvero non compresi dal provvedimento: si tratta di viale Regione Siciliana (compresa la laterale lato monte), tutte le strade a monte della circonvallazione, i tratti di accesso in entrata e in uscita per i parcheggi Giotto, Emiri, Francia, Basile. Stesso discorso per le strade di collegamento usate dai veicoli in uscita dal porto verso le autostrade. Per raggiungere la A19 (per andare verso Messina e Catania) le vie da percorrere sono via Crispi, via Cala, Foro Umberto I, via Messina Marine, via Galletti, via Pomara, ingresso autostradale di Villabate (e viceversa).

La necessità di rispolverare l’ordinanza è stata dettata dal pronunciamento del Tar, che prima ha sospeso l’entrata in vigore delle Ztl, poi ha rinviato tutto al prossimo novembre, prendendosi il tempo di analizzare il provvedimento nel merito e capire quali modifiche apportare. Ad ogni modo l’ordinanza non interesserà gli automobilisti a bordo di veicoli a gpl, a metano, ibridi, elettrici e quelli con motorizzazione da Euro 4 in su, oltre ai ciclomotori catalizzati e alle moto a quattro tempi. Stesso discorsi per i veicoli delle forze dell'ordine, dei vigili del fuoco, della prefettura, della polizia municipale, dei pompieri, della protezione civile, per le ambulanze e i servizi di emergenza. Libera circolazione anche per i mezzi del trasporto pubblico, quelli che servono al trasporto di persone sottoposte a terapie indispensabili e le auto con disabile a bordo (solo se dotate del contrassegno comunale).

E a proposito di Ztl: da oggi sarà anche possibile richiedere il rimborso delle spese sostenute per il rilascio del pass. Il rimborso sarà integrale, comprensivo delle eventuali spese postali. Tre le modalità previste: bonifico bancario, assegno circolare recapitato a casa ovvero assegno circolare ritirato allo sportello. La modalità di richiesta più veloce è quella tramite applicativo Web. A partire dalle 16 di oggi, sul sito del Comune, senza alcuna particolare procedura di registrazione, si potrà chiedere il rimborso tramite bonifico o tramite assegno che sarà recapitato a casa o, a scelta del cittadino, potrà essere successivamente ritirato personalmente negli uffici Amat nel giorno ed orario indicato dallo stesso sistema telematico.  

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento