Giovedì, 24 Giugno 2021
Cronaca Contrada Sirignano

Partinico, serra di marijuana in una cisterna sotterranea: arrestati zio e nipote

Il locale era costruito sotto un fienile ed era stato accuratamente allestito per la coltivazione della cannabis. I carabinieri hanno trovato 254 piante dell'altezza media di un metro e mezzo curate con un efficace sistema termo idroelettrico

Una serra per la marijuana allestita in una cisterna sotterranea è stata scoperta dai carabinieri di Partinico, in contrada Sirignano . Il locale, costruito sotto un fienile, era stato accuratamente allestito per coltivare "l'oro verde". Nel corso di un normale pattugliamento, i militari hanno sorpreso un uomo di 49 anni, Antonino Cangemi (foto a destra) - già noto alle forze dell'ordine - e il nipote di 19 anni (L.C.), intenti a sorvegliare e coltivare la serra artigianale, accuratamente predisposta in un capanno attiguo all'abitazione, con diversi filari su cui erano state collocate 40 piante di cannabis dell'altezza di circa 1,5 mt.

antonino cangemi-2L'appezzamento di terreno era stato protetto con un muro fatto con blocchi di tufo e con una tettoia in plastica. Sotto uno strato di terra di circa 20 cm, gli uomini dell'Arma, hanno scoperto una botola che consentiva l'accesso ad un tunnel sotterraneo collegato ad una cisterna. Qui era stata realizzata la rigogliosa coltivazione di cannabis. Sono state rinvenute 254 piante dell'altezza media di un metro e mezzo, coltivate in vasi di plastica. La serra artigianale era stata preparata con un efficace sistema termo idroelettrico tale da creare un microclima ideale, un importante apparato di illuminazione con lampade alogene ed un voluminoso sistema di aerazione collegati abusivamente alla rete elettrica.

Lo stupefacente ed il materiale rinvenuto sono stati sottoposti a sequestro. Gli arrestati sono stati sottoposti agli arresti domiciliari in attesa del processo con rito direttissimo.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Partinico, serra di marijuana in una cisterna sotterranea: arrestati zio e nipote

PalermoToday è in caricamento