Lunedì, 26 Luglio 2021
Cronaca

Schiaffi e insulti ai bambini a scuola, condanne ridotte per le tre maestre di Partinico

Erano state arrestate nel 2016, e condannate in primo grado nell'aprile 2017, per avere maltrattato alcuni alunni, tra cui un bimbo disabile. A tutte è stata concessa la sospensione condizionale della pena

Le immagini riprese dalle telecamere nascoste posizionate dalla guardia di finanza

Sono state ridotte, in appello, le condanne alle tre maestre della scuola Capitano Polizzi di Partinico, arrestate nel mese di settembre 2016 con l'accusa di avere picchiato e insultato alcuni alunni, tra cui un bimbo disabile. Per uno degli episodi contestati, le donne sono state assolte "perché il fatto non sussiste". La pena inflitta a Vita Fuoco passa da tre anni e mezzo a un anno e dieci mesi; quella di Francesca Orlando da tre anni e quattro mesi a un anno e otto mesi; quella di Giuseppina Mattina da tre anni e due mesi a un anno e sei mesi. A tutte è stata concessa la sospensione condizionale della pena.

L'inchiesta è nata dalla denuncia dei genitori di una bimba di 6 anni che, vedendo la figlia colpire e sgridare la bambola preferita, hanno intuito qualcosa e si sono rivolti alla guardia di finanza. Le Fiamme gialle hanno fatto partire le indagini, anche posizionando delle telecamere nascoste in aula. Una delle insegnanti è stata così immortalata mentre pestava la gamba di un bambino col tacco: “Un fatto non voluto, un incidente”, si era difesa.

Sono sei in tutto i bambini che, con le loro famiglie, si sono costituiti parte civile nel processo e hanno chiesto un risarcimento per i danni patiti. Sono difesi, tra gli altri, dagli avvocati Filippo Gallina, Ugo Forello e Valerio D’Antoni.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Schiaffi e insulti ai bambini a scuola, condanne ridotte per le tre maestre di Partinico

PalermoToday è in caricamento