Cronaca

"Questo figlio non è mio, l'hai fatto con un negro": offende l'ex, condannato

E' successo a Partinico. Un uomo dovrà pagare 800 euro di multa per avere offeso l'onore e il decoro dell'ex fidanzata, gettando discredito su di lei. Fino ad attribuire la gravidanza a un'avventura con un "negro", dandole per questo della "putt..."

I fatti risalgono a cinque anni fa, la vicenda è ambientata a Partinico. Protagonista una giovane coppia di fidanzati: lei che si accorge di essere incinta, lui che dapprima è felice per la desiderata gravidanza. Poi però inizia a manifestare dubbi sulla paternità del figlio, al punto da minacciare e offendere la donna. E così la storia approda in tribunale. Adesso, dopo 5 anni, il giudice di pace ha condannato l'uomo, Vittorio Timpa. Dovrà pagare una multa di 800 euro. Questa la motivazione: ha offeso l'onore e il decoro dell'ex fidanzata, gettando discredito su di lei. Fino ad attribuire la gravidanza a un'avventura con un "negro", dandole per questo della "putt...". A raccontare la vicenda è il Giornale di Sicilia.

La coppia si è separata e la gestante ha sporto poi denuncia nei confronti dell'ex compagno. Un rapporto tribolato fatto di liti e incomprensioni. Al punto che lei (un'artista di cinema) dopo l'ennesimo diverbio sarebbe andata a finire all'ospedale di Partinico perché, anche in considerazione del suo stato di gravidanza, "avrebbe accusato forti dolori al ventre durante la lite". Alla fine è arrivata la condanna per ingiuria: 1.200 euro di multa. Pena poi ridotta di un terzo per la concessione delle attenuanti generiche.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Questo figlio non è mio, l'hai fatto con un negro": offende l'ex, condannato

PalermoToday è in caricamento