rotate-mobile
Cronaca Partinico / Contrada Principe di Mezzavilla

Partinico, nel magazzino nasconde armi e 544 piante di marijuana: arrestato

In manette è finito Giuseppe Vaccaro, 39 anni. I carabinieri hanno trovato anche quattro sacchi di plastica con 11 chili di marijuana già essiccata e pronta per essere immessa sul mercato

Nel magazzino accanto alla propria abitazione realizza una serra per la coltivazione della droga, con 544 rigogliose piante di marijuana, ma i carabinieri lo scoprono e scattano le manette. I militari dell'Arma di Partinico hanno arrestato Giuseppe Vaccaro, 39 anni, muratore.

cc_droga_partinico2-2Insospettiti dal forte odore, i carabinieri hanno passato al setaccio la zona finchè non hanno individuato il magazzino. Una volta entrati, hanno trovato una serra per la coltivazione di cannabis con 544 piante di altezza compresa tra i 15 e i 70 cm corredate da un sofisticato e costosissimo sistema di ventilazione, climatizzazione e illuminazione alogena. Tutto alimentato con un allaccio abusivo alla rete elettrica pubblica. Accanto alle piante anche diverse tipologie di fertilizzanti e quattro sacchi di plastica contenenti 11 chili di marijuana già essiccata e pronta per lo smercio. Una volta immessa sul mercato avrebbe fruttato diverse migliaia di euro.

Nel corso della perquisizione domiciliare, nascoste in una cassetta di derivazione dell’impianto elettrico, i militari hanno trovato anche una pistola revolver calibro 38 con matricola abrasa e 138 cartucce, detenute clandestinamente. L’arma è stata sequestrata per essere sottoposta agli accertamenti balistici e stabilire se sia stata utilizzata per commettere qualche reato. Vaccaro è agli arresti domiciliari con l'accusa di coltivazione e detenzione illecita di sostanza stupefacente, detenzione illecita di munizioni e di arma clandestina e furto di energia elettrica in attesa dell’udienza di convalida.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Partinico, nel magazzino nasconde armi e 544 piante di marijuana: arrestato

PalermoToday è in caricamento