Domenica, 13 Giugno 2021
Cronaca

64 piante di marijuana in un sotterraneo: arrestato a Partinico

In manette un uomo di 35 anni, volto noto alle forze dell'ordine. L'erba veniva coltivata in una grande cisterna (alla quale si accedeva da una botola) di quelle che una volta venivano usate per la produzione illegale di acquavite.

Sono 64 le piante di marijuana che i carabinieri di Partinico hanno trovato nascoste all'interno di una cisterna di proprietà di un trentacinquenne già noto alle forze dell'ordine (A.B. le sue iniziali). La droga era coltivata nel sotterraneo di un magazzino, in una grande cisterna di quelle che una volta venivano usate per la produzione illegale di acquavite. La piantagione era stata messa su con cura e allestita, per sfuggire ad eventuali controlli, in un locale sotterraneo al quale si accedeva dal pavimento tramite una botola.

L'attività del coltivatore dal pollice verde non è sfuggita ai militari, che hanno fatto irruzione prima presso l'abitazione e poi nel magazzino in uso al giovane. Dopo un'attenta perquisizione, i carabinieri hanno notato una botola e tolto il coperchio sono scesi giù, e la sorpresa non si è fatta attendere. Nella cisterna, i militari hanno rinvenuto 64 piante di marijuana coltivate in vasi, tutte ben curate e di un'altezza di circa 50 centimetri.

Le piante crescevano rigogliose perché oltre ad essere costantemente annaffiate, potevano godere anche di un sistema di areazione e illuminazione artificiale, che sarebbe servito per alimentare la crescita degli arbusti. La preziosa "erba", una volta venduta al dettaglio avrebbe fruttato agli spacciatori migliaia di euro.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

64 piante di marijuana in un sotterraneo: arrestato a Partinico

PalermoToday è in caricamento