rotate-mobile
Cronaca Partinico

Partinico, nuove accuse di estorsione: arrestato ultimogenito del boss Vitale

Secondo indagini dei carabinieri, il giovane avrebbe costretto prima una persona a richiedere un finanziamento per l'acquisto di una moto, e quindi il concessionario a consegnargli il mezzo senza il pagamento del prezzo

Nuove accuse di estorsione per Michele Vitale, 20 anni, ultimogenito del boss ergastolano Vito Vitale, e già detenuto. Secondo indagini dei carabinieri del Nucleo Investigativo di Monreale, che si sono avvalsi di intercettazioni telefoniche, il giovane, all'epoca minorenne, avrebbe costretto prima una persona a richiedere un finanziamento per l'acquisto di una moto, e quindi il concessionario a consegnargli il mezzo senza il pagamento del prezzo, versato parzialmente soltanto un mese dopo. Lo sviluppo investigativo si inserisce nelle indagini dei carabinieri su una serie di estorsioni e attentati incendiari avvenuti a Partinico e che il 30 novembre del 2010 avevano già portato all'arresto dei due fratelli maggiori di Michele Vitale, Giovanni e Leonardo, entrambi attualmente detenuti in regime di 41 bis.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Partinico, nuove accuse di estorsione: arrestato ultimogenito del boss Vitale

PalermoToday è in caricamento