menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Foro Italico, nel Parco della Salute spunta una panchina gialla: "Vietato usare il cellulare"

Il progetto, realizzato dall’Associazione Made 3.0 e patrocinato dall’Ars, ha lo scopo di sensibilizzare sui fenomeni legati all’utilizzo scorretto e la dipendenza dai dispositivi elettronici

Una panchina contro la dipendenza dallo smartphone e i social risk. La prima, di colore giallo, sarà inaugurata martedì, alle 15,30, nel Parco della Salute, nato da una iniziativa promossa da Vivi Sano Onlus e ieri danneggiato da alcuni vandali. Il progetto, realizzato dall’Associazione Made 3.0 e patrocinato dall’Ars, ha lo scopo di sensibilizzare sui fenomeni legati all’utilizzo scorretto e sulla dipendenza dai cellulari.

Sopra la panchina verrà installata una targa con il monito: “In questa panchina è vietato l’utilizzo di qualsiasi dispositivo elettronico” e il “Nodo Blu contro il bullismo” istituito dal Miur. "E' fondamentale - dichiara Cetty Mannino, esperta in materia di new media e cyberbullismo - parlare di social risk e di dipendenza da smartphone. Ma non bisogna dare per scontato che il fenomeno riguardi solo i giovani. La panchina dunque rappresenta un messaggio sociale, fortemente voluto, e rivolto a tutti".

La panchina farà da apripista a una serie di eventi previsti durante la “Giornata nazionale contro il bullismo a scuola”, che si svolgerà il 7 febbraio, e la Giornata europea della sicurezza in rete indetta dalla Commissione europea (Safer Internet Day) prevista per giorno 11. “Vivi Sano Onlus – afferma il responsabile del parco, Daniele Giliberti - ha riqualificato e gestisce il Parco della Salute. Eroga per l’Asp e l’Ufficio territoriale del Miur un intervento biennale sull’uso consapevole dei dispositivi tecnologici che interessa ragazzi, docenti e genitori. La panchina diventa parte integrante di questo percorso”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento