menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Un'oasi per i cani in città: al Fondo Badia "lezione" di addestramento

Un susseguirsi di interventi sul campo per divulgare l'informazione cinofila al parco di via Badia, all'Uditore

Una giornata all'insegna della vera cinofilia e della cultura dell'addestramento. Evento esclusivamente dedicato ai quattrozampe, quello che si è svolto domenica scorsa al Parco "Fondo Badia", in zona Uditore. Un susseguirsi di interventi sul campo, per divulgare l'informazione cinofila. E cioè come i cani, arrivano o possono arrivare ad una forma di aggressività estrema e come, lavorando sulla modificazione emozionale-comportamentale, senza utilizzo di psicofarmaci vari, si possa cambiare il comportamento del cane. Luce anche sull'importanza civica dell'utilizzo del Microchip.

Significativa la presenza della Guardia di Finanza che ha concesso la dimostrazione di ricerca anti-droga mettendo in mostra la perfetta sintonia tra cane e operatore, sfatando il mito che i cani vengono a contatto con la droga, ma spiegando piuttosto come vengono addestrati per arrivare a certi risultati che servono per sostenere l'impegno quotidiano che tengono sul territorio.

Prezioso l'intervento di Nicola Li Cauli dell'Associazione Veterinaria Servizi che ha fatto luce sulla sensibilizzazione riguardo il Microchip e di due "esperti" della Cinofilia Giovanni Giacobbe Giacobbe e Massimo Giunta che si sono confrontati, creando un dibattito con i presenti in maniera costruttiva, in un' area come quella Baudia dove l'obiettivo - dicono gli organizzatori - è quello di creare socializzazione e aggregazione non solo tra cani ma anche tra proprietari all'interno di un' oasi al centro del caos della città.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento