Un'area dedicata agli animali: sorgerà a Palermo il primo "Parco Canile" dell’Isola

Si tratta di un terreno di 26 mila quadrati confiscato alla mafia che si trova a Falsomiele. Il progetto dell'associazione "Sos primo soccorso per cani e gatti Onlus" sta prendendo vita in questi giorni. Potrà ospitare 250 cani e 20 gatti. Previsti anche pet therapy e dog sitting

La realizzazione del più grande parco della Sicilia per cani e gatti non è più un miraggio. Sorgerà a Palermo, in un’area di 26 mila metri quadrati, su un terreno confiscato alla mafia. Il progetto sta prendendo vita in questi giorni anche se risale al 2006, anno in cui al Comune di Palermo sono state formalizzate le prime richieste per l’affidamento del bene da parte dell’associazione “Sos primo soccorso per cani e gatti Onlus”, realtà palermitana già attivissima nel campo del volontariato che ad oggi assiste 130 cani e 20 gatti, oltre a varie emergenze quotidiane.

Nel dicembre 2014 è arrivata l’ufficialità dell’assegnazione del terreno che si trova in via Valenza 40, nel quartiere Falsomiele, e ad aprile 2015, dopo alcune lungaggini burocratiche, sono finalmente entrati in possesso del polmone verde dove sorgerà il primo "Parco Canile" dell’Isola. I volontari hanno cominciato il lavoro di bonifica lo scorso weekend armati di pale, zappe e rastrelli, ripulendo l’area da rifiuti e rovi, chiamando a raccolta gli amanti degli animali della città.

“E’ straordinaria la risposta ricevuta da tantissime persone che hanno raccolto il nostro invito a collaborare per la realizzazione di questo sogno comune - dice Patrizia Pavone, vice presidente dell’associazione -. Si sono uniti giovani e meno giovani, professionisti, studenti, volontari di altre associazioni e amici degli animali. Tutti possono dare una mano ogni sabato e domenica, dalle 9 alle 17, c’è ancora tanto da fare per ripulire totalmente il terreno dalle erbacce”.

“Questo è il primo esperimento del genere in Sicilia — spiega Laura Girgenti di Sos Primo Soccorso - e il parco sarà dedicato a tutte le persone, soprattutto quelle che hanno un animale, che vorranno trascorrere delle ore a contatto con la natura. La nostra speranza è di riuscire a favorire una migliore convivenza tra uomo e animale, e promuovere la prevenzione del randagismo e la tutela della dignità dell’animale”.

Il parco, dunque, non sarà soltanto un rifugio per gli amici a quattro zampe più sfortunati. Oltre al canile a norma, che sarà in grado di ospitare almeno 250 cani e 20 gatti, c’è in programma di realizzare anche un ambulatorio veterinario, una sala conferenze e offrire servizi di pensione, "toelettatura", pet therapy e dog sitting per rendere sostenibile il progetto. L’invito della “Sos primo soccorso per cani e gatti Onlus” è rivolto ai privati, ma anche alle aziende che vorranno sostenere il "Parco Canile di Sicilia", non necessariamente con donazioni, ma anche con servizi e strumenti di lavoro utili per completare il progetto.

Sito ufficiale: www.sosprimosoccorsocaniegatti.net

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scene da far west ai Danisinni, sparatoria in strada: tre feriti, coinvolta una ragazza

  • "Battute sui siciliani": milanese cacciato da un b&b in centro

  • La mafia imponeva i suoi buttafuori nei locali notturni: scattano 11 arresti

  • Suicidio in carcere, detenuto palermitano di 20 anni si toglie la vita

  • I boss decidevano i buttafuori dei locali: ecco i nomi di tutti gli arrestati

  • Precipita da una balconata: grave giovane palermitano

Torna su
PalermoToday è in caricamento