Lunedì, 17 Maggio 2021
Cronaca Resuttana-San Lorenzo / Viale del Fante

Il giallo del "Pallone" di viale del Fante: dopo vent'anni si scopre che è abusivo

L'accusa lanciata dal presidente del Coni regionale Caramazza: "Dovrebbe diventare un doppio centro federale per ginnastica e scherma. Ma il progetto è stato bloccato: si è scoperto che la struttura non è in regola nonostante abbia ospitato per anni impiegati comunali"

Il "Pallone" di viale del Fante

C’è un pallone in viale del Fante che si gonfia e poi si sgonfia, fino a diventare un paradosso. La storia dell’ex centro stampa si ingarbuglia sempre di più. "Al momento risulta abusivo a tutti gli effetti", questa l'accusa lanciata dal presidente regionale del Coni Giovanni Caramazza. "Per 20 anni ha ospitato gli impiegati comunali - spiega Caramazza - poi, dopo il trasloco dei dipendenti, negli uffici di via Lincoln, la svolta. Il Pallone dovrebbe diventare un (doppio) centro federale all’avanguardia per formare gli atleti di ginnastica e scherma".

Condizionale d’obbligo, perché dopo due decenni in cui tutto è filato liscio, la struttura è diventata inagibile. Sono spuntati gli intoppi burocratici. Idea bloccata, perché il locale è abusivo. Un paradosso, anche perché ogni mese il Comune per l'edificio di viale del Fante paga una bolletta di circa diecimila euro. Ma adesso l'assessorato comunale ai Lavori pubblici ha vietato ogni "trasformazione". Vietato convertire quei locali in una palestra. Tutto fermo in attese di nuove autorizzazioni. 

LEGGI ANCHE: INTERVISTA A GIOVANNI CARAMAZZA

Dopo i mondiali del 1990 la struttura ha ospitato gli uffici di statistica e Protezione civile. Per un periodo, nel 2006, è diventata la roccaforte di una trentina di ex detenuti, che scelsero proprio il Pallone per protestare platealmente con una prolungata occupazione. Poi il Coni ha preso il sopravvento, con la benedizione di Orlando: l’edificio diventerà la sede di un centro di formazione per la ginnastica del comitato olimpico. Caramazza-2

“Sarà diviso così: al 60% ospiterà la ginnastica, che pretende più spazio per ovvi motivi, al 40% invece la scherma – ha spiegato Giovanni Caramazza, il presidente regionale, a PalermoToday -. Sarà una palestra federale, la terza in Sicilia dopo quelle di Ragusa e Catania. Ma al momento risulta abusiva. Oltretutto sarebbe l'unico posto in città consacrato alla scherma”. E’ stato invece bocciato il progetto che prevedeva la restituzione del ”Pallone” alla stampa.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il giallo del "Pallone" di viale del Fante: dopo vent'anni si scopre che è abusivo

PalermoToday è in caricamento