Cronaca

Il Pallone non si sgonfia: in viale del Fante la prima "velostazione" pubblica

L'ex centro stampa dei Mondiali diventa "paradiso delle biciclette": è solo uno dei maxi interventi sulla sostenibilità ambientale, appena annunciati dal Comune. In cantiere anche la pista ciclabile fino alla Zisa

La prima "velostazione pubblica", la pista ciclabile fino alla Zisa, e perfino i i pannelli solari al posto della caldaia. Orlando parla di "Piano dei Piani". Si tratta di una serie di maxi interventi del Comune sulla sostenibilità ambientale, in coincidenza con la 46° edizione della Giornata Mondiale della Terra (Earth Day), in programma a Palermo fino al 24 aprile all'Orto Botanico. Oggi il progetto è stato presentato, alla presenza (oltre a quella del sindaco) del presidente del Consiglio Comunale, Salvatore Orlando e gli assessori, Rizzo, Catania ed Evola. Il primo cittadino ha parlato del Pon Metro, il progetto da circa 90 milioni di euro già approvato dalla Commissione Europea per le aree della Costa Sud e che ha fra gli assi fondamentali gli interventi per l’efficienza energetica e gli immobili pubblici.  

I primi interventi sull’efficenza energetica riguardano le scuole. Nel corso della conferenza stampa sono stati illustrati gli ulteriori interventi che l’Amministrazione ha già avviato con un programma triennale per la mobilità docile e condivisa: il progetto Go2School e il progetto Palermo bike Economy. Il primo, con un budget complessivo di un milione di euro è articolato in diverse azioni per la mobilità casa-lavoro e casa-scuola, con strumenti a basso o nullo impatto ambientale come le micro car elettriche o le baci-tandem. Il secondo progetto prevede invece la realizzazione nell’ex centro stampa dei Mondiali (“il pallone") di viale del Fante della prima "velostazione pubblica", nuovo "rifiugio" per i ciclisti, con parcheggi automatizzati per le bici.

Dopo i mondiali del 1990 la struttura ha ospitato gli uffici di statistica e Protezione civile. Per un periodo, nel 2006, è diventata la roccaforte di una trentina di ex detenuti, che scelsero proprio il Pallone per protestare platealmente con una prolungata occupazione.

“Il pacchetto degli interventi presentati oggi e che già dal prossimo autunno saranno visibili in città – conclude Orlando - rappresenta un ulteriore ed importante passo perché anche a Palermo sia possibile muoversi in modo sostenibile e allo stesso tempo rispettoso dei tempi di vita. Un ulteriore importante passo per Palermo vivibile e sostenibile”  

Così l’assessore all’Innovazione Gianfranco Rizzo: “Stiamo lavorando per inserire nel piano regolatore alcuni articoli che permettano al singolo cittadino, magari attraverso sconti sulle imposte comunali, di installare, per esempio, i pannelli solari al posto della caldaia. Inoltre faremo a tappeto la diagnosi energetica di edifici e scuole comunali”

“Vivere meglio non significa parcheggiare in terza fila o sul marciapiedi e gettare la carta dal finestrino - dice l’assessore alla Mobilità Giusto Catania -. In via Dante stiamo facendo un’operazione culturale e pedagogica importante, simile a quella che abbiamo compiuto in via Maqueda. Quel metro e mezzo di pista ciclabile garantita è sottratta alle automobili. Riceviamo molte critiche ma se oggi vado in via Dante vedo ciclisti che prima non c’erano o facevano altre strade o, ancora, rischiavano di più rispetto a una pista tutelata. Per questo continueremo a investire. A breve - continua Catania - completeremo via Dante e il percorso ciclabile fino al Castello della Zisa. Avviati anche gli interventi per rendere più sicura la pista ciclabile lungo la Favorita”

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Pallone non si sgonfia: in viale del Fante la prima "velostazione" pubblica

PalermoToday è in caricamento