rotate-mobile
Martedì, 24 Maggio 2022
Cronaca

L'appello parte da Palermo: "Fermate il turismo sessuale"

Al Barbera, in occasione del match tra rosanero e Salernitana, gli spettatori hanno potuto leggere  la scritta che annuncia la prossima campagna sociale dell'associazione culturale Fiori di Acciaio

Una occasione importante per dare il via ad un progetto sociale che sarà presentato ufficialmente al Senato il prossimo 16 gennaio 2018: ieri sera, allo stadio Renzo Barbera, in occasione dell'incontro Palermo-Salernitana, gli spettatori hanno potuto leggere  la scritta "Stop sexual tourism - Progetto internazionale", che annuncia la prossima campagna sociale dell'associazione culturale Fiori di Acciaio, insieme a Mete Onlus. 

Secondo i dati dell’Organizzazione Mondiale del Turismo, tre milioni di persone ogni anno viaggiano nel mondo per praticare turismo sessuale con minori, spesso abusando bambini figli della guerra, della miseria e della povertá. "Tutti i bambini del mondo - si legge in una nota - hanno il diritto ad essere amati allo stesso modo, e di vivere in modo sano e naturale. Non è accettabile, in alcun modo, che si debba partire per praticare turismo sessuale".

La campagna sociale di Fiori di Acciaio e Mete Onlus, ha dato vita ad un poster dal forte impatto visivo, come atto di denuncia. Questo poster sarà presentato in anteprima al Senato il prossimo 16 gennaio con una conferenza stampa e sarà affisso in molti aeroporti italiani, come primo atto di denuncia in una nazione che, secondo l’ultimo rapporto di Ecpat Italia (organizzazione internazionale che si batte contro lo sfruttamento sessuale) è al primo posto come cliente di bambini fatti prostituire in Paesi del Terzo Mondo. Al progetto hanno aderito Enac, Assaeroporti, presidenza della Camera, presidenza del Senato, Università degli Studi di Palermo, Protea Human Rights e l'Ossservatorio Internazionale per le vittime di Tindouff. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'appello parte da Palermo: "Fermate il turismo sessuale"

PalermoToday è in caricamento