Cronaca Strada Statale 624 Palermo - Sciacca

Palermo-Sciacca, sostituito giunto sul pilone inclinato del viadotto

Il tratto tra San Cipirello e San Giuseppe Jato era stato chiuso per precauzione dai carabinieri e poi riaperto in giornata. Dall'Anas assicurano: "Garantita la circolazione in piena sicurezza". Poi però avvertono: "In Sicilia molti tratti stradali esposti a rischio idrogeologico"

Ripristinato il giunto trasversale rimosso ieri per i controlli. L'Anas comunica che si è concluso il sopralluogo tecnico sul tratto - chiuso ieri e poi riaperto in giornata - della strada statale 624 Palermo-Sciacca tra il km 23 e il km 28 per i rilievi tecnici e i monitoraggi sul viadotto denominato 'Traversa 1' (km 24), tra San Cipirello e San Giuseppe Jato. Anche in Sicilia Anas ha programmato un piano di interventi da 3,3 miliardi di euro per il periodo 2015-2019 per innalzare i livelli di sicurezza dell’intera rete stradale e autostradale

Sul tratto è stato prontamente ripristinato dalla squadre di Anas il giunto che era stato rimosso ieri per consentire i controlli. Il viadotto, che già era sotto costante monitoraggio dei tecnici Anas, è stato chiuso ieri mattina per motivi precauzionali dai carabinieri e poi riaperto ieri pomeriggio a seguito di un accurato riscontro che non ha evidenziato ulteriori problematiche.

Nell’area del viadotto sono stati incrementati i monitoraggi topografici di alta precisione e sono stati installati dai tecnici di Anas ulteriori sensori per monitorare l’evoluzione della situazione. Anche nel corso della mattinata non sono state riscontrate problematiche ed è garantita la circolazione in piena sicurezza.

"In Sicilia - si legge in una nota - sono circa 1500 le opere d’arte presenti sugli oltre 4000 km di rete stradale e autostradale, sulla quale Anas ha programmato un piano di interventi da 3,3 miliardi di euro per il periodo 2015-2019, nel quale è compreso il viadotto “Traversa1”. Gli interventi sono finalizzati ad innalzare i livelli di sicurezza della rete siciliana, con una quota consistente dedicata alla manutenzione straordinaria dei viadotti".

"La Sicilia - spiegano dall'Anas - è oggi una delle Regioni che presenta il maggior numero di tratti stradali esposti a rischio idrogeologico. La manutenzione ai viadotti riguarderà, in particolare, interventi di ripristino e rinforzo strutturale, di miglioramento sismico e funzionale, di consolidamento delle fondazioni e di protezione dal dissesto idrogeologico".
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Palermo-Sciacca, sostituito giunto sul pilone inclinato del viadotto

PalermoToday è in caricamento