Sabato, 16 Ottobre 2021
Cronaca Altofonte

Palermo-Sciacca, scassinano macchinetta del self-service con il flex: arrestati

Con l’accusa di tentato furto, i carabinieri di Monreale hanno arrestato tre palermitani, sorpresi in un distributore di benzina all'altezza di Altofonte con martelli e cacciaviti

Sono stati sorpresi dai militari, in un distributore di benzina sulla statale 624 Palermo-Sciacca, all’altezza di Altofonte, mentre stavano per scassinare una macchinetta del self-service. Con l’accusa di tentato furto, i carabinieri dell’aliquota radiomobile di Monreale hanno arrestato tre palermitani. Si tratta di Ivan e Giovanni Caravello, rispettivamente di 21 e 34 anni, e di Davide Schiera, ventiseienne. E' successo tutto nella notte tra lunedì e martedì.

I carabinieri stavano perlustrando la zona, quando improvvisamente hanno sentito dei rumori nell’area di rifornimento di carburante. Lì hanno trovato un buco sulla colonnina del self service dove si inseriscono le banconote. Pochi metri più avanti, i militari hanno notato alcune persone che dopo essere salite velocemente a bordo dell’auto sono fuggite in direzione Palermo. L’inseguimento è durato pochissimo. Dopo aver fermato la macchina, i carabinieri durante la perlustrazione hanno trovato un flex professionale, martelli, cacciaviti, oltre a berretti e sciarpe.

Dopo la convalida degli arresti da parte dell’autorità giudiziaria, per i due Caravello è stato disposto l’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria, mentre Schiera è stato rimesso in libertà

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Palermo-Sciacca, scassinano macchinetta del self-service con il flex: arrestati

PalermoToday è in caricamento