rotate-mobile
Giovedì, 2 Dicembre 2021
Cronaca

Palermo Pride, niente corteo ma tante piazze legate da eventi e nastri colorati

Per colpa del Covid, l'appuntamento annuale cambia pelle ma non scompare. Semplicemente si trasforma: prima una serie di iniziative delle varie associazioni e poi la chiusura unica a cura del Palermo Pride in piazza Verdi ma nel rispetto delle norme anticontagio

Niente colorato corteo, niente palloncini o carri con la musica e serpentoni arcobaleno, ma un'organizzazione corale in più piazze dando vita a una "Alleanza dei corpi ". Per colpa del Covid, oggi il Palermo Pride 2020 cambia pelle ma non scompare. Semplicemente si trasforma: prima una serie di eventi delle varie associazioni e poi la chiusura unica a cura del Palermo Pride in piazza Verdi.

I temi esplorati spaziano dall'ambiente alla cultura, dalla sanità all'antirazzismo, dall'educazione alle differenze alla religione con performance e interventi, laboratori per bambini e flash mob.  

Le piazze sono legate tra loro simbolicamente dalla volontà di partecipazione e condivisione e materialmente da corde, nastri e tessuti che ogni partecipante ha  con sè.  Alle 17.30 in ogni piazza la lettura dello stesso documento politico da parte di un portavoce del Palermo Pride e poi attraverso i nastri la "rete umana". La conclusione della giornata in piazza Verdi, pur nel rispetto del distanziamento fisico per prevenire il contagio da Covid.

Palermo Pride, undici piazze in rete:  il programma

“La migliore risposta politica dopo l’isolamento è tornare per strada e occupare la città in una dimensione di rete - sottolinea il direttivo del Palermo Pride - ogni piazza rappresenta una variabile d’azione ed elaborazione del Palermo Pride e la visione d’insieme è quella dell’orgogliosa condivisione di tali azioni ed elaborazioni. Le piazze della città, gestite autonomamente da realtà associative e movimenti interni ed esterni al Pride che hanno liberamente aderito all’iniziativa, sono come una costellazione di intenti che nell’anno del decimo anniversario del Palermo Pride sono il lato visibile di un percorso comunitario intrapreso da tutti e tutte, verso una direzione che accomuna tutti e tutte. Come già detto, il corteo è per il momento soltanto sospeso: non ci rassegniamo a rinunciarvi e ricordiamo che la possibilità di pianificarlo per ottobre è un forte desiderio e non un compromesso, poiché in autunno ricorrerà il quarantennale della vicenda di Giarre, cui si legano la nascita di Arcigay a Palermo e il ricordo di Nino Gennaro”.

Sul tratto di via Maqueda, tra il Teatro Massimo e i Quattro canti una grande bandiera rainbow verrà disegnata sull'asfalto da Retake Palermo, mentre in via Emerico Amari sarà ultimata dalle Sardine la scritta, lunga 90 metri e larga 5, "Ogni vita va salvata" realizzata nei colori rainbow.  

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Palermo Pride, niente corteo ma tante piazze legate da eventi e nastri colorati

PalermoToday è in caricamento