Lunedì, 14 Giugno 2021
Cronaca Resuttana-San Lorenzo / Via Antonio Cassarà

Fuochi d'artificio allo stadio per festeggiare la nascita di un figlio: denunciato

E' successo prima della partita Palermo-Juventus. Nei guai un 26enne, nel bagagliaio della sua auto la polizia ha trovato fumogeni e bengala. Lui si è giustificato: "Servivano per festeggiare la nascita del figlio di un tifoso rosanero"

Voleva festeggiare la nascita del figlio di un suo amico tifoso del Palermo facendo esplodere dei fuochi d'artificio in curva durante Palermo-Juventus. Ma a rovinare i suoi piani è stata la polizia. Così per un 26enne non solo la beffa della sconfitta per 3-0, ma anche una denuncia a piede libero per "trasporto di prodotti pirotecnici senza giustificato motivo".

Eppure il giovane sapeva che proprio ieri i controlli attorno al Barbera - come annunciato alla vigilia dalla Questura - sarebbero stati più attenti del solito. Gli agenti dell'ufficio Prevenzione generale e Soccorso pubblico - durante un posto di blocco in via Cassarà - lo hanno fermato a bordo della sua auto. "Alla richiesta degli agenti di polizia di aprire il portabagagli - spiegano dalla Questura - il giovane, cercando di dissimulare un certo nervosismo, ha riferito di avere fretta di andare allo stadio".

I poliziotti, insospettiti dal comportamento del ragazzo, hanno insistito. Una volta aperto il cofano, all’interno vi hanno trovato una busta in plastica con tre segnali fumogeni galleggianti; due fuochi a mano per uso nautico e due bengala. Alla richiesta di spiegazioni il 26enne palermitano avrebbe riferito che "i 'fuochi’ gli sarebbero serviti allo stadio come coreografia per festeggiare la nascita del figlio di un sostenitore palermitano, tifoso come lui".
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fuochi d'artificio allo stadio per festeggiare la nascita di un figlio: denunciato

PalermoToday è in caricamento