menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"Palermo-Agrigento, si rischia un'altra incompiuta": si ferma il cantiere

A lanciare l'allarme sono i sindacati che hanno proclamato 8 ore di sciopero nel cantiere di Bolognetta-Lercara e convocato una manifestazione davanti all'assessorato regionale alle Infrastrutture

La Palermo-Agrigento in questo momento rischia di diventare l'ennesima incompiuta. A lanciare l'allarme sono Feneal Uil, Filca Cisl e Fillea Cgil che hanno proclamato 8 ore di sciopero nel cantiere di Bolognetta-Lercara e convocato una manifestazione per domani, dalle 9, davanti all'assessorato regionale alle Infrastrutture.

“Le istituzioni latitano - affermano Ignazio Baudo (Feneal), Paolo D'Anca (Filca Cisl) e Francesco Piastra (Fillea Cgil) - nonostante le nostre ripetute richieste, si rifiutano di incontrarci per discutere del completamento di quest'opera fondamentale per la viabilità di questo territorio. Mancano di fatto i finanziamenti per terminare l'attuale tratto in costruzione e i progetti e i finanziamenti per ultimare l'intera opera da Palermo ad Agrigento”.

I lavoratori insieme a Feneal, Filca e Fillea, protesteranno davanti alla sede dell'assessorato alle Infrastrutture, in via Leonardo da Vinci a Palermo, sollecitando l'intervento del nuovo assessore al ramo, Luigi Bosco.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento