Cronaca

Cinghiata sul naso a una poliziotta: giovane rischia il carcere

E' nei guai un palermitano di 25 anni che un anno fa aggredì un'agente della scientifica durante i tafferugli davanti all'Ikea di Casalecchio di Reno. E' un attivista del laboratorio Crash, già coinvolto in indagini su manifestazioni non autorizzate

Rischia il carcere un palermitano di 25 anni accusato di aver rotto il naso con una cinghiata ad una poliziotta. I fatti risalgono al dicembre 2012 e fanno riferimento ai tafferugli  davanti all'Ikea di Casalecchio di Reno. La Procura di Bologna adesso ha presentato appello al tribunale del Riesame chiedendo il carcere  per il ragazzo. Si tratta di un attivista del laboratorio Crash, V.D.S., residente nel capoluogo emiliano e già più volte coinvolto in indagini su manifestazioni non autorizzate.

La donna, agente della scientifica, 41 anni, era disarmata e stava riprendendo gli  scontri. A inchiodare il ragazzo palermitano, difeso dall'avvoccato Paola Benfenati, potrebbe essere la la ricostruzione della Digos, che ha messo  in evidenza il ruolo di leader del giovane nel gruppo Laboratorio Crash, tale da giustificare "una prognosi di elevata attitudine". Il pm aveva chiesto misure cautelari  anche per altri dei nove indagati per i tafferugli davanti all'Ikea ma per tutti il Gip ha dato risposta negativa. Ora è stato fatto appello solo per la posizione di  V.D.S. ritenuta la più  grave.

Questi i fatti, che risalgono al 18 dicembre 2012: un centinaio tra lavoratori, collettivi e attivisti dei centri sociali stavano distribuendo volantini ai clienti dell’Ikea e ribadendo la volontà di protestare pacificamente. Al loro arrivo, un cordone di polizia e carabinieri sbarrò l’ingresso del negozio che, secondo i manifestanti. Poi le presunte manganellate. Ad avere la peggio, un'assistente capo della scientifica, finita al Maggiore di Bologna con il naso rotto dopo essere stata aggredita da uno degli attivisti mentre effettuava riprese video della manifestazione. Secondo quanto riferì la questura, si trovava alle spalle del cordone di sicurezza quando fu colpita da una cinghiata, tirata con una cintura borchiata da un 'volto noto' alla Digos.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cinghiata sul naso a una poliziotta: giovane rischia il carcere

PalermoToday è in caricamento