Cronaca

Cambio di guida alla Questura di Trapani, arriva il palermitano Claudio Sanfilippo

Il 55enne nel '92 fu a capo della sezione Catturandi che arrestò Giovanni ed Emanuele Brusca, Pietro Aglieri e Gaspare Spatuzza. Nelle ruolo di vicario un'altra palermitana, Rosa La Franca, già dirigente dei commissariati Zisa-Borgo Nuovo e Libertà

Il neo Questore di Trapani, il palermitano Claudio Sanfilippo

Sarà un palermitano il nuovo Questore di Trapani. Ormai è una questione di ore ma dopo la partenza del suo predecessore Maurizio Agricola, che andrà a Modena, sarà Claudio Sanfilippo a guidare della polizia trapanese. Così ha deciso il ministero dell’Interno per il 55enne, già Questore a Crotone e negli ultimi mesi consigliere ministeriale.

Prima di tornare nella terra in cui potrebbe nascondersi Matteo Messina Denaro, obiettivo numero uno degli investigatori di tutta la Sicilia e della penisola, Sanfilippo è stato questore vicario a Catania e in passato ha lavorato alla Squadra Mobile del capoluogo siciliano, gestendo la sezione Reati contro il patrimonio, occupandosi tra le altre cose di Antiracket e Antimafia.

Nel ’92 fu a capo della Catturandi di Palermo, seguendo l’arresto di importanti boss della mafia come Giovanni ed Emanuele Brusca, Pietro Aglieri e Gaspare Spatuzza. Nel 1998 diventa vice dirigente della Squadra Mobile e mantiene l’incarico fino al 2001, quando assume la dirigenza della Squadra Mobile di Genova. Poi le tappe a Parma e Catania.

A supportarlo nell’azione di coordinamento della polizia trapanese nel ruolo di vicario ci sarà Rosa La Franca, già dirigente del commissariato palermitano Zisa-Borgo Nuovo (che per il momento è rimasto senza una guida) e precedentemente, per 6 anni, al commissariato Libertà. L’insediamento ufficiale per Sanfilippo è previsto per lunedì 16 luglio.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cambio di guida alla Questura di Trapani, arriva il palermitano Claudio Sanfilippo

PalermoToday è in caricamento