Mercoledì, 28 Luglio 2021
Cronaca Zen

Dallo Zen a Sanremo, la favola di Roberta Bella: sognando Mia Martini...

Con “Almeno tu nell’universo” il talento emergente del panorama della musica neomelodica ha calcato il palco allestito al PalaFiori, a pochi passi dall'ingresso del Teatro Ariston, prima dell'inizio della serata finale del Festival

Roberta Bella a Casa Sanremo

Per il secondo anno consecutivo la palermitana Roberta Bella emoziona e stupisce a Sanremo. Lo fece lo scorso anno con il brano “Parlami Chiaro” in una gremita piazza Colombo, ha bissato ieri pomeriggio al Palafiori, a pochi passi dall'Ariston, con un brano degno della grinta della sua interprete: “Almeno tu nell’universo” di Mia Martini.

Nonostante un leggero calo di voce dovuto all’influenza di stagione, Roberta ha lasciato a bocca aperta le tante persone che erano lì per ascoltarla e chi, di passaggio, non ha potuto fare a meno di fermarsi come nel caso di Daniele Falasca, fisarmoniscista de “Il Volo” durante il loro tour, che ha voluto complimentarsi per l’esibizione.

Dalle strade dello Zen fino a Sanremo. E' il sogno di Roberta Bella, palermitana di 22 anni. "Carattere forte e voce da far venire i brividi", dice chi la conosce bene. La giovane si è esibita a pochi minuti dall'inizio della serata finale del Festival della canzone italiana. "La tensione dell’esibizione - ha commentato lei prima di cantare - una location d’eccezione in quel di Sanremo, la serata della finale del Festival, una canzone impegnativa degna della grande voce di Mia Martini ed i complimenti di chi, lavorando con “Il Volo”, di musica se ne intende davvero. Non è un sogno, è realtà".

"Un’altra bella occasione per portare in alto il nome di Palermo e della sua gente - spiegano dal suo staff -. Un ringraziamento al team New Model Eventi, Mimmo Mancino, Claudio Grumo, Artist Agency Production, Gianfranco Barbagallo". 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dallo Zen a Sanremo, la favola di Roberta Bella: sognando Mia Martini...

PalermoToday è in caricamento