menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Le condizioni in cui versa il palazzetto

Le condizioni in cui versa il palazzetto

Palazzetto dello sport, l'impegno di Lotti: "Aprirà entro il 2017"

Lo ha affermato il sottosegretario alla Presidenza del Consiglio, a margine del sopralluogo con Faraone, Orlando e D'Antoni. "Vogliamo dare una mano al Comune per sbloccare le opere ferme da troppo tempo"

Il palazzetto dello sport di Palermo riaprirà entro il 2017: è l'impegno assunto dal sottosegretario alla Presidenza del Consiglio Luca Lotti, a margine del sopralluogo nella struttura con il sottosegretario Davide Faraone, il sindaco Leoluca Orlando e il presidente del Coni in Sicilia Sergio D'Antoni (foto in basso). "Vogliamo dare una mano all'Amministrazione comunale - ha detto Lotti - per sbloccare le opere ferme da troppo tempo. E' mancata l'attenzione, la cura delle opere per i cittadini e dei cittadini. Siamo qui a testimoniare che questa cura c'è e oggi è rinnovata. Vogliamo sbloccare tutte quelle opere ferme da troppo tempo e inutilizzate".

L'impianto, dopo essere stato abbandonato per tantissimi anni e sottoposto a sequestro dalla Procura, grazie a un finanziamento del Fondo Sport e Periferie del Governo nazionale e del Coni, sarà finalmente recuperato e restituito alla cittadinanza. "Il patto con la Regione Sicilia è ancora in itinere - ha aggiunto il sottosegretario - e lo stiamo definendo in queste ore come abbiamo fatto ieri per Catania, come faremo per le altre città. Ci sono tanti fondi per lo sport e per le infrastrutture. E' un modo diverso per vedere un insieme di progetti, di politiche per il Sud perchè il Mezzogiorno non ha bisogno di elemosine ma di impegni seri e concreti. Si tratta di opere già cantierabili - conclude - o come questo palazzetto dove i cittadini, di fronte a questo totale degrado cittadini, non capiscono perchè non possiamo rimmetterle in sesto".

Presentati anche i progetti per il recupero della cosiddetta cittadella sportiva che comprende anche il Diamante e cioè il campo da baseball. "Dopo anni di abbandono – ha detto Orlando –  stiamo lavorando per restituire questa splendida struttura alla città nel 2017, grazie anche ad una importante collaborazione con il Governo nazionale e con il Coni regionale. Grazie a questa sinergia abbiamo recuperato 25 milioni di euro per la rifunzionalizzare degli impianti sportivi"

"In particolare - spiega il vicesindaco ed assessore alle infrastrutture Emilio Arcuri - per il recupero dell'area di fondo Patti, dove si trovano il palazzetto dello Sport e il Diamante l’amministrazione ha bandito una gara d'appalto da 3 milioni di euro sui fondi comunali per il rifacimento delle coperture che verrà aggiudicata a fine maggio. Inoltre, abbiamo la disponibilità di altri 9 milioni di euro, di cui 5 messi a disposizione dal Governo nazionale e la restante parte dal Comune, che abbiamo affidato al Coni per bandire la gara per completare l'impianto. Una volta completati i lavori, questo splendido impianto tornerà ad essere a servizio degli sportivi e delle società sportive ma anche di tutti amanti della musica".

“Negli ultimi mesi – conclude iOrlando - abbiamo lavorato per poter presentare un programma organico di interventi  sulla ristrutturazione e la rifunzionalizzazione degli impianti sportivi comunali. Oltre alla cittadella dello sport, infatti, sono previsti lavori di rifunzionalizzazione di altri impianti come il PalaMangano e il Paladitore, senza dimenticare quelle aree già restituite alla città come la struttura equestre “Giuseppe Di Matteo”, nel Parco della Favorita, anche questo, come molti degli altri impianti, abbandonato da decenni. Abbiamo affrontato e continueremo ad affrontare in maniera organica grazie ad un lavoro silenzioso, il grande obiettivo di far diventare Palermo una città attenta allo sport”.

Al sopralluogo era presente anche il consigliere della settima circoscrizione Eduardo De Filippis. "Gli operai della Reset - spiega De Filippis - sono già al lavoro per bonificare l'area esterna. Il 24 Maggio verrà aggiudicata la gara d'appalto per i lavori destinati al recupero del Palasport".

LEGGI ANCHE: Palazzetto dello sport, M5S: "Un disastro firmato Comune"

LE REAZIONI

Il capogruppo del Pd, Rosario Filoramo, punta l'attenzione sullo stato degli impianti sportivi nella zona di Bonagia. "L’impianto in via Giraffa, realizzato quattro anni fà non è mai stato fruibile. Errori nella progettazione e nell’esecuzione delle opere insieme ad atti vandalici sono sempre più frequenti, non è presente nessun servizio di vigilanza, lo hanno reso inutilizzabile. L’incuria perpetrata nel corso dei mesi - dice - ha consentito il danneggiamento sempre più manifesto sia dei campetti che dell’area verde; Nel contempo la villetta adiacente ai campetti non viene regolarmente spazzata, necessita di un intervento straordinario di pulitura. Non possiamo ancora aspettare la zona è un bene comune che tutti i cittadini devono potere utilizzare. E’ necessario che si provveda nel minor tempo possibile a dare mandato agli operatori del Settore preposto ai lavori di manutenzione,  decoro e vigilanza. Un servizio che dovrebbe essere costante per evitare che persone disattente alla cura degli spazi comuni possano impunemente devastarli".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento