Mercoledì, 16 Giugno 2021
Cronaca

Pagliarelli, detenuto si rifiuta di rientrare in cella e picchia un agente

Lo rende noto Donato Capece, segretario generale del sindacato autonomo di polizia penitenziaria Sappe: "Siamo alla follia, è ora che gli agenti penitenziari vengano dotati di strumenti di difesa efficaci come lo spray anti agressione"

Si rifiuta di entrare in cella dopo l'ora d'aria e picchia un agente di custodia. E' successo al carcere Pagliarelli, protagonista un detenuto straniero. Lo rende noto Donato Capece, segretario generale del sindacato autonomo di polizia penitenziaria Sappe. "Siamo alla follia. Calci e pugni ai poliziotti da parte di un delinquente che non voleva rientrare in cella - commenta Capece -, rinnovo al ministro della Giustizia Orlando e ai vertici dell'amministrazione penitenziaria la richiesta di dotare le donne e gli uomini della polizia penitenziaria di strumenti di tutela efficaci, come può essere lo spray anti aggressione già assegnato (in fase sperimentale) a polizia di stato e carabinieri".

"Sono decine e decine - conclude Capece - le aggressioni subite da poliziotti penitenziari in carcere dall'inizio dell'anno. Cosa si aspetta ad assumere adeguati provvedimenti per garantire la sicurezza e la stessa incolumità fisica degli Agenti di Polizia Penitenziaria che lavorano in carcere?"

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pagliarelli, detenuto si rifiuta di rientrare in cella e picchia un agente

PalermoToday è in caricamento