Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

"Chi va al pronto soccorso non paga", "Fissarie...": lo strano caso del parcheggio al Cervello | VIDEO

Il video denuncia registrato da un utente. Da un lato l'azienda conferma che i pazienti dell'area di emergenza sono esonerati dal pagamento del ticket mostrando il referto, dall'altro i dipendenti della cooperativa che gestisce il posteggio continuano a chiedere i soldi

 

All'ospedale Cervello si continua a far pagare il parcheggio anche a chi è diretto al pronto soccorso. Nonostante il caso sollevato quest'estate e la relativa presa di posizione della direzione ("Chi presenta il referto medico del pronto soccorso è esonerato dal pagamento del ticket"), la società che gestisce il parcheggio - la cooperativa sociale "L'Airone" - sembra infischiarsene delle direttive e i dipendenti continuano a pretendere il pagamento.

Un utente ha registrato un video dove si sente chiaramente l'addetto alla sbarra all'uscita dell'ospedale etichetta come "fissarie" le cose dette dai vertici dell'azienda ospedaliera. Che però a PalermoToday ancora una volta precisano: "Ci sono chiare disposizioni di non far pagare chi va al pronto soccorso. Il contratto della cooperativa sociale scade il prossimo giugno e sicuramente non verrà rinnovato". Intanto a rimetterci - come sempre - sono i pazienti. Abbiamo provato a chiedere una replica all'associazione stessa, ma i numeri presenti sul web squillano a vuoto. Restiamo in attesa anche di un commento dell'assessore alla Sanità Ruggero Razza. 

Intanto sulla questione interviene ancora una volta il consigliere della Lega in consiglio comunale Igor Gelarda. "Ci pare inconcepibile - dice - che persone che devono andare al pronto soccorso oppure che assistono per molte ore e per molti giorni pazienti oncologici o lungodegenti siano costretti a pagare il posteggio. Siamo portati a pensare che mentre l'assistenza sanitaria è gratuita, anche se  molto carente in Sicilia, i servizi accessori come il parcheggio si pagano. E credo che questo sia inconcepibile. Abbiamo chiesto l'intervento diretto dell'assessore Razza perché sani una volta e per tutte questa penosa vicenda del parcheggio in via Trabucco. Se l'ospedale Cervello ha dei problemi con l azienda che gestisce il parcheggio provveda a risolverli oppure revochi l'autorizzazione. Non vogliamo più essere vittime di malasanità a tutti i livelli e sotto tutte le forme. Presenteremo come Lega - conclude - un'interrogazione parlamentare sulla vicenda e ci aspettiamo risposte esaustive".

Copyright 2019 Citynews

Potrebbe Interessarti

Torna su
PalermoToday è in caricamento